In città Politica

Iacopino (Movimento 5 Stelle): «Sui fatti di piazza Martiri chiederemo una Commissione»

Per il capogruppo “penstellato” a Palazzo Cabrino il tema della sicurezza cittadina dovrà essere seriamente affrontato dal Consiglio comunale. Ancora nessuna novità sul “futuro” di Cristina Macarro

«Sui fatti di piazza Martiri chiederemo una Commissione specifica in Consiglio comunale e al tempo stesso il nostro gruppo sta studiando l’eventualità di presentare una o più interrogazioni». Anche il capogruppo del Movimento 5 Stelle a Palazzo Cabrino Mario Iacopino ha voluto dire la sua in merito a quando accaduto sabato scorso: «Inutile aggiungere quanto già detto da altri. Questi episodi sono incredibili – aggiunge – Non si posso immaginare una persona che insieme a un amico sta bevendo un caffé o una birra possa rischiare di ritrovarsi una sedia in testa».

 

Maggiori controlli sicuramente, è quello che si augura, «perché deve essere tutelato anche chi sta lavorando e che si impegna a mantenere ordine all’interno del proprio locale», ma senza per questo “militarizzare” la città nelle serate del weekend: «Questi fenomeni vanno colpiti dove accadono, perché in altri locali di diverse zone della città la situazione è assolutamente tranquilla».

L’esponente “grillino” ha poi accennato alla ventilata ipotesi di dimissioni da consigliera comunale della collega Cristina Macarro, notizia circolata la scorsa settimana, smentita dalla diretta interessata e poi ancora rimbalzata da fonti interne al Municipio: «Esiste questa possibilità – conferma Iacopino – ma sarà una scelta assolutamente personale per evidenti impegni familiari e di lavoro. Smentisco nella maniera più assoluta che ci siano problemi all’interno del nostro gruppo consiliare o nel movimento, dove Cristina è una figura importante e ha sempre lavorato».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati