La CISL novarese nella giornata del 31 marzo ha dedicato un Consiglio Generale on line in forma seminariale alla figura di Riccardo Pezzana, già Segretario generale della CISL novarese e poi Segretario generale dei pensionati della CISL novarese e infine Presidente nazionale dell’Anteas, l’associazione per il tempo libero degli anziani della CISL, scomparso due anni fa.

Era presente in video la figlia Chiara Pezzana, medico neuropsichiatra infantile, direttrice di un centro specializzato per i bambini e ragazzi autistici che ha ricordato la forte intesa intellettuale e affettiva di suo papà e sua mamma Rita, impegnata nel sindacato della scuola e che ha sottolineato l’esempio che è stato per lei il padre nel servizio ai più deboli.

Sono intervenuti Antonio Manfredi, già Segretario generale dei pensionati e presidente dell’Anteas di Novara, amico e collega da sempre di Riccardo Pezzana,  che ha voluto sottolineare il rigore morale e la libertà di giudizio del sindacalista e il suo esempio di forza morale e serenità anche nella lunga malattia che lo  ha costretto per nove anni all’immobilita’ dopo un incidente nel corso della sua attività.

Ha tenuto una relazione molto interessante il Prof. Zanetti, docente emerito di sociologia all’Universita’ di Torino sul fenomeno dei Neet, i ragazzi che non studiano e non lavorano, sul quale ha svolto uno studio sulla realtà torinese e sui possibili spazi di intervento.

Enrico Zanolini, Segretario della Fnp CISL del Piemonte Orientale e Luca Caretti componente della Segreteria Generale della CISL del Piemonte hanno ricordato la figura di Pezzana  inserito in un gruppo di dirigenti sindacali che hanno vissuto una stagione importante ed unica per le conquiste e i diritti dei lavoratori.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Pier Luigi Tolardo

Pier Luigi Tolardo

54 anni, novarese da sempre, passioni: politica, scrittura. Blogger dal 2001.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL