The Day After: in un attimo il mondo viene stravolto da una guerra nucleare, senza che nessuno riesca a fermarsi prima. 

War Games: un giovane esperto di computer penetra nel sistema informatico del Pentagono e gioca con lui alla Guerra termonucleare, si ferma un attimo prima che salti tutto in aria, siamo negli anni ‘80.

I Sopravvissuti: le storie di un gruppo di persone sopravvissute ad una catastrofe nucleare, è una serie tv degli anni ‘70, di produzione americana venne trasmessa dalla Televisione della Svizzera italiana, la domenica sera, l’indomani a scuola, avevamo 9 anni ci chiedevamo se poteva succedere davvero e avevamo un po’ di Fifa.

Negli stessi anni l’India, un Paese in cui centinaia di milioni di persone morivano di fame e di tifo, lancia la sua prima bomba atomica. 

Questa volta però non è un film, c’è la guerra nell’ Europa dell’ Est e il capo della Russia, che sembra il capo della Spectre dei film di James Bond, fa di tutto per sembrarlo, non è la propaganda americana soltanto che lo dipinge così , mette in allerta l’apparato delle armi nucleari . 

No, non è un film della domenica sera e ho già quasi 60 anni. 

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Pier Luigi Tolardo

Pier Luigi Tolardo

54 anni, novarese da sempre, passioni: politica, scrittura. Blogger dal 2001.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL