Salvini mi è antipatico umanamente, politicamente di più , i suoi seguaci novaresi idem e mi auguro che la cosa sia reciproca. 

Quando prega in pubblico mi fa incazzare, o meglio sfoggiare un Rosario in un comizio senza pregare, oppure dire un Requiem Aeternam in Tv dalla D’Urso, mi sembra strumentale, perfino un po’ blasfemo.

Oggi è andato ad Assisi a pregare per la Pace sulla Tomba del Poverello, lo ha fatto un po’ anche a beneficio delle Tv, certamente non tutti abbiamo auto e autisti che ci scorrazzino fino ad Assisi.

Devo dire però che ha fatto bene, tutti, se abbiamo Fede, che non significa essere Santi o Giusti sempre e comunque, dovremmo andare ad Assisi, se non fisicamente certo spiritualmente e chi non ce l’ha non si senta obbligato ma gli altri facciamolo.

Andiamo lì da questo italiano che era un Cavaliere, un soldato, quando tutti in Italia combattevano e commerciavano e se ne fregavano dei poveri ad un certo punto si è scocciato della Guerra, o forse Dio lo ha messo in crisi, ed ha passato la vita a predicare la Pace così che impressiono’ tantissimo, un po’ di secoli dopo, anche uno scrittore ateo e marxista come il Pier Paolo Pasolini di Uccellacci ed Uccellini.

E pregava così : “Dio fammi strumento della Tua Pace, dove è offesa che io porti il perdono, dove è discordia che io porti l’Unione.”

Si, solo in questo ma in questo facciamo anche noi come Matteo S.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Pier Luigi Tolardo

Pier Luigi Tolardo

54 anni, novarese da sempre, passioni: politica, scrittura. Blogger dal 2001.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL