In arrivo 87 milioni di euro dal Pnrr per la città di Novara

Servizi digitali, lavori pubblici e sociale. Undici milioni sono in attesa di esito; 8 milioni non finanziati ma in graduatoria provvisoria

Sono ventinove e spaziano dal digitale, ai lavori pubblici al sociale. Sono i progetti presentati dal comune di Novara già finanziati con fondi del Pnrr per un totale di 87 milioni e 432 mila euro. Ce ne sono poi altri dieci in attesa di esito che valgono 11 milioni e quattro da 8 milioni e 790 mila euro non finanziati, ritenuti idonei ma ammessi solo nella graduatoria provvisoria.

Una pioggia di milioni da gestire, tanto che il Comune ha “preso in prestito” dalla Regione una dirigente che nel 2006 si era occupata della gestione dei fondi per Torino Olimpica: si chiama Claudia Conforti e a Novara ricoprirà la carica proprio di dirigente dell’ufficio Pnrr.

«Al momento non sono preoccupato perchè la maggior parte degli interventi finanziati fanno parte di lavori ordinari – ha detto il sindaco, Alessandro Canelli -. Questa nuova figura dirigenziale ci dà ulteriori garanzie».

I PROGETTI FINANZIATI

-L’importo più rilevante è quello riguardante la riqualificazione dell’ex campo Tav: 38,5 milioni di euro con risorse che rientrano nel Programma innovativo per la qualità dell’abitare (Pinqua). (leggi qui l’articolo)

-Servizi digitali: 232 mila euro per l’implementazione dei servizi comunali e l’estensione della carta d’identità elettronica.

-Piste ciclabili: 1 milione e 529 mila euro per il rafforzamento della mobilità ciclistica (Biciplan). (leggi qui l’articolo)

-Demolizione e nuova costruzione della scuola Buscaglia di via Fara: 6 milioni di euro

-Lavori di consolidamento per il cavalcavia Porta Milano: 600 mila euro

-Interventi strutturali e sull’impianto antincendio nelle scuole: 3 milioni e 760 mila euro per le scuole Galvani, Peretti, Pier Lombardo, Duca d’Aosta, Bottacchi Pajetta, Don Milani e la scuola materna di Pernate; in quest’ultima i lavori sono già terminati.

-Riqualificazione energetica dell’illuminazione pubblica: 420 mila euro.

-Rifacimento dei marciapiedi di via Generali: 230 mila euro.

-Manutenzione straordinaria delle strade: 115 mila euro.

-Progetti di rigenerazione urbana a Sant’Agabio: 20 milioni di euro per la ristrutturazione degli alloggi popolari di via Bonola, via della Riotta, via Pianca e Cascina Cascinetta.

-Riqualificazione di case di edilizia popolare in via Passalacqua, via Perrone e corso Cavour: 1 milione e 960 mila euro.

-Servizi sociali: 2 milioni e 800 mila euro per progetti di sostegno alla genitorialità, percorsi di autonomia per persone disabili, povertà estrema e prevenzione del fenomeno di burn out.

-Rinnovo parco mezzi Sun: 11 milioni e 242 mila euro.

PROGETTI IN ATTESA DI ESITO

-Restauro e valorizzazione del parco dell’Alleaa: 2 milioni di euro.

-Interventi per il potenziamento dei servizi di istruzione: 6 milioni e 300 mila euro per la ristrutturazione della scuola materna al Torrion Quartara, dei locali ex Cdq del quartiere Sud per fare un nuovo asilo nido e dei locali di referenza della scuola materna Munari. Tre le palestre da riqualificare: Convitto Carlo Alberto (primaria Ferrandi), scuola primaria Galvani e Pier Lombardo di Lumellogno. Alla secondaria Pier Lombardo è prevista la realizzazione della nuova palestra.

-Aree sportive: 3 milioni e 500 mila euro per la costruzione della nuova palestra di via Vasari e la riqualificazione dell’impianto Gorla. (leggi qui l’articolo)

PROGETTI NON FINANZIATI

-Scuola dell’infanzia: 6 milioni e 300 mila euro per la costruzione di un nuovo asilo nido e riqualificazione della scuola materna al quartiere Nord oltre all’ampliamento di nido e materna a Sant’Agabio (via Pianca).

-Sostegno per agli anziani non autosufficieti e rafforzamento dei servizi domicialiari (De Pagave) 2 milioni e 790 mila euro. (leggi qui l’articolo). Su questo punto la consigliera del Pd Sara Paladini ha chiesto chiarimenti: «La scorsa settimana in commissione l’assessore ha dato per scontato che questo finanziamento ci sarebbe stato, ora come pensate di fare?». Ha risposto il sindaco Canelli: «Cercheremo altri finanziamenti».

(foto Angelo Anastasio)

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Cecilia Colli

Cecilia Colli

Novarese, giornalista professionista, ha lavorato per settimanali e tv. A La Voce di Novara ha il ruolo di caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL