Il nuovo ospedale costerà 74 milioni in più. Zulian: «Questa volta mi aspetto un esito positivo»

Lo ha stabilito il Nucleo di valutazione che ha approvato il nuovo project financing per la costruzione e la gestione della Città della salute

Il nuovo ospedale di Novara costerà 74 milioni di euro in più. Lo ha stabilito il Nucleo di valutazione che ha approvato il nuovo project financing per la costruzione e la gestione della Città della salute. Un’integrazione che porta la cifra finale dai 320 milioni iniziali a 394 in seguito al riconteggio dei costi delle materie prime. L’operazione, infatti, si è resa necessaria dopo che a settembre la gara d’appalto era andata deserta, nonostante si fossero presentati sette raggruppamenti di impresa interessati al progetto.

Nei giorni scorsi l’assessore regionale alla Sanità Luigi Icardi ha presentato al ministro Speranza la relazione elaborata dalla direzione generale dell’ospedale di Novara confermando l’impegno del Dicastero ad attivare la procedura di integrazione.

«Il 74 milioni di euro arriveranno dal Fondo nazionale ex articolo 20 destinato al finanziamento di nuove strutture sanitarie – spiega il direttore generale del Maggiore, Gianfranco Zulian -. Tutto il resto del progetto resterà invariato, cambia solo dal punto di vista economico finanziario».

La consegna dei lavori rimane, dunque, fissata al 2026 così come la progettazione e il canone che l’ospedale dovrà periodicamente versare all’investitore: 30 milioni di euro all’anno per 17 anni.

Sulle tempositiche Zulian è ottimista: «Il documento è stato spedito alla commissione ministeriale che ci aspettiamo possa dare parere coerente con quello già espresso dal Ministero stesso. Il testo del bando è quasi pronto e, appena avremo il via libera, mi auguro tra pochi giorni, lo pubblicheremo. Entro sei mesi sapremo l’esito, che mi aspetto possa essere finalmente positivo. D’altronde i costruttori lamentavano una base d’asta troppo bassa a causa del rincaro dei costi delle materie prime: i 74 milioni in più serviranno proprio a questo. Abbiamo già perso parecchio tempo, ora dobbiamo recuperare».

Leggi anche

https://www.lavocedinovara.com/cronaca/ospedale-maggiore-110-milioni-di-patrimonio-immobiliare-alienabile-si-parte-dai-terreni-ma-la-vera-sfida-e-il-castello-di-vicolungo/

https://www.lavocedinovara.com/cronaca/nuovo-ospedale-di-novara-ce-la-luce-in-fondo-al-tunnel/

https://www.lavocedinovara.com/politica/nuovo-ospedale-rossi-50-giorni-dopo-il-bando-andato-deserto-a-che-punto-e-la-nuova-gara/

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Cecilia Colli

Cecilia Colli

Novarese, giornalista professionista, ha lavorato per settimanali e tv. A La Voce di Novara ha il ruolo di caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni