Uccise l’amico a coltellate, muore dopo l’aggressione in carcere

Uccise l’amico a coltellate, muore dopo l’aggressione in carcere. Alberto Pastore, il 25enne di Cureggio che nella notte fra il 25 e il 26 agosto 2019 uccise l’amico Yoan Leonardi, si è spento in ospedale a Torino, dove era stato ricoverato dopo un tentativo di suicidio. Nel 2020 aveva subito un’aggressione in carcere che gli aveva provocato seri problemi a un occhio, episodio che aveva influito negativamente sul ragazzo e sulla sua situazione di detenzione.

 

Il decesso è avvenuto lo scorso 14 maggio, ma solo ora la notizia è divenuta di dominio pubblico. A luglio dell’anno scorso Pastore era stato condannato a 14 anni e mezzo di reclusione per l’omicidio dell’amico, avvenuto sulla strada fra Borgo Ticino e Comignago per motivi di gelosia (leggi qui).

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL