Volley, reso noto dalla Fipav il nuovo format dei campionati di serie B

Fumata bianca per quanto riguarda i campionati di serie B di volley. Nei giorni scorsi la Fipav ha infatti reso noto il nuovo format dei campionati “cadetti”, categorie che vedranno in lizza il neopromosso Pavic Romagnano nel maschile e l’Igor Agil nella B1 femminile. Cosa cambia nella sostanza? Rispetto alla configurazione originaria presentata nell’estate scorsa i gironi, previsti inizialmente a 12 squadre, sono stati divisi in “sottogironi” da sei cercando di salvaguardare la vicinanza geografica, limitando il più possibile gli spostamenti fra regioni e province in questa fase ancora delicata dal punto di vista sanitario.

 

Le squadre di ciascun “miniraggruppamento” si affronteranno tra loro con partite di andata e ritorno per un totale di dieci giornate di quella che sarà la nuova regular season, al termine della quale i due “sottogironi” saranno riunificati e verrà stilata una classifica avulsa. Si passerà quindi a una seconda fase dove ogni compagine giocherà sei partite (3 in casa e altrettante in trasferta ma tra tra squadre che non si sono già affrontate) che determineranno una classifica finale “a 12” per stabilire promozioni, play ff, play out e retrocessioni.

Già definito il calendario, che prevede l’inizio della prima fase nel fine settimana nel 23-24 gennaio 2021 e la suo conclusione il 27-28 marzo, con due “slot” destinati a eventuali recuperi (27-28 febbraio e 2-3-4 aprile). Seconda fase al via il 24-25 aprile e conclusione per il 29-30 maggio, in modo da consentire la disputa della “post season” a giugno.

Per quanto riguarda le nostre compagini, nel maschile il Pavic se la dovrà vedere nella prima fase con tre avversarie torinesi, S.Anna, Alto Canavese e Cirié, i cuneesi di Savigliano e gli alessandrini di Acqui Terme. Nel femminile le ragazze di Matteo Ingratta giocheranno inizialmente con le torinesi del Parella e della Lilliput Settimo, poi ci sarà il derby con Biella e gli impegni con le piacentine Alsanese e Gossolengo. Scongiurate, per il momento, le trasferte in Toscana.

«Sono d’accordo con la scelta compiuta dalla Federazione – questo il commento di Ingratta – Non c’erano tantissime strade, penso che sia stata trovata la soluzione migliore, quella che ci consentirà di giocare in modo quasi regolare. Per ora siamo contenti già del fatto che si possa portare in fondo la stagione. Speriamo nella stessa cosa per i campionati minori e giovanili».

Come avete lavorato in queste settimane e come sarà impostata la preparazione ora che sapete che il campionato inizierà il 23 gennaio?

«Gli allenamenti si sono svolti in maniera abbastanza regolare. Abbiamo solamente ridotto di poco nelle prime settimane, quelle coincidenti con il periodo della “zona rossa”, per agevolare gli spostamenti delle ragazze dovevano compiere un viaggio un po’ più lungo per consentire loto un rientro a casa prima delle 22». Ovviamente, oltre alle partite con i tre punti in palio sono venute meno per ovvie ragioni anche le amichevoli, «ma con il preparatore è stata riprogrammata la parte fisica in modo da poter arrivare in buone condizioni a metà gennaio».

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: