Volley, la Igor questa sera a Milano senza paura

Nell'anticipo televisivo di questa sera su RaiSport le ragazze di Bernardi, ancora prive di Bosetti, incrociano la vicecapolista Vero Volley. Il d.g. Marchioni: «Un occasione per misurare il nostro livello attuale»

Magari con ancora nelle gambe e nelle braccia qualche scoria ma con la soddisfazione per la vittoriosa sfida di Wiesbaden che le aperto le porte alla finale di Challenge Cup, la Igor gioca questa sera all’ex “Palalido” di Milano (fischio d’inizio alle 21 con direzione arbitrale affidata alla coppia Puecher – Cavalieri e diretta televisiva su RaiSport) un anticipo di lusso contro la vicecapolista Allianz Vero Volley.


La compagine guidata da Marco Gaspari delle ex Paola Egonu, Nika Daalderop e Sonia Candi (dall’altra parte della rete hanno in passato vestito la maglia delle lombarde quando la società era ancora a Monza Anna Danesi e Anne Buijs) sopravanza le azzurre in graduatoria di soli tre punti (e con una partita in più), avendo domenica scorsa “sbattuto” per l’ennesima volta in stagione contro lo strapotere dell’Imoco Conegliano. Per la Igor si tratta di un impegno difficile, che dovrà affrontare, dovendo ancora fare a meno di Caterina Bosetti, con lo spirito giusto, convinta che si parte comunque da zero a zero. Con un approccio sicuramente diverso rispetto alla gara d’andata (nella foto di Santi), dove le azzurre (in quell’occasione prive di Buijs) andarono incontro alla prima sconfitta nella regular season per 3-1. Un risultato sul quale pesò non poco il “catastrofico” avvio del primo set (2-8 il parziale dopo i primi scambi), mentre nelle successive tre frazioni le ragazze di Lorenzo Bernardi dimostrarono di potersela giocare quasi alla pari.


Quello di non poter disputare questo tipo di sfide con l’organico al completo è un leit motiv richiamato ancora una volta dal direttore generale del club, Enrico Marchioni: «A maggior ragione dovremo vivere questa partita con la consapevolezza che si tratti di un’ottima occasione per misurare il nostro attuale livello. Senza pressioni, giocando con la mente sgombra e a testa alta. Con il giusto rispetto dell’avversario ma senza alcun timore». Nella consapevolezza che, se proprio si vuole guardare alla classifica – dove a questo punto l’obiettivo vero è quello del terzo posto nel duello a distanza con Scandicci – le azzurre avranno ancora a disposizione il “bonus” del recupero di sabato prossimo contro Casalmaggiore.


La sfida di Milano chiude gli anticipi di un settimo turno del girone di ritorno che si apre alle 18 proprio con Scandicci impegnata sul terreno di Vallefoglia. Domani alle 17 si giocano Busto Arsizio – Casalmaggiore, Chieri – Bergamo, Roma – Pinerolo e Cuneo – Trento, mentre alle 18,30 i giochi si chiuderanno con Firenze – Conegliano.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2023 La Voce di Novara - Riproduzione Riservata
Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Luca Mattioli

Luca Mattioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni