Trecate, il parco giochi in ricordo di Giovanna è diventato realtà

Giovanna Porzio è scomparsa lo scorso mese di dicembre; è stata un punto di riferimento per giovani e giovanissimi in oratorio

Due altalene, una per i più piccoli, uno spazio per arrampicarsi, scivoli con decorazioni di pesciolini, un dondolo, tutti colorati. Per chi l’ha conosciuta il “Parco Giò” ha decisamente la sua impronta: uno spazio colorato e che trasmette allegria, ancora di più se lo si fa insieme. E’ stato inaugurato domenica 26 settembre all’oratorio il parco dedicato a Giovanna Porzio, la 53enne trecatese scomparsa nel mese di dicembre 2020 e volto di riferimento per i giovani e giovanissimi oratoriani. Per lei tanti palloncini colorati che sono volati nel cielo.

A gennaio la volontà (leggi qui) di mettersi al lavoro (era proprio Giovanna che avrebbe voluto un parchetto per i bambini dentro l’oratorio), ad aprile l’avvio dei lavori grazie alle tante donazioni e in pochi mesi tutto pronto.

«Per tanti motivi non ho mai voluto controllare come stessero procedendo i lavori, – dice Lorenzo Volontè, il marito di Giovanna – Giò mi ha insegnato che non esistono bambini buoni, meno buoni o cattivi, ma bambini con qualità e caratteristiche diverse e soprattutto che tutti sono uguali e hanno il diritto di giocare insieme per divertirsi». E in quanto al divertimento, sembra che scivoli e altalene siano state apprezzate: «Mi dicono che il rodaggio sia già avvenuto e con successo» dice con un sorriso. Il parchetto è verso il fondo dell’oratorio, vicino alla balena: uno spazio che trasmette serenità, sicurezza, voglia di condividere.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Elena Mittino

Elena Mittino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL