Sepoltura defunti: «Chiediamo una deroga per i parenti più stretti»

«Le code davanti ai supermercati sono un fattore di rischio che bisognerebbe evitare: introdurre dei criteri di alternanza negli accessi, come fatto in altri comuni, per esempio in base al numero pari o dispari della Carta d’Identità, giorni pari e dispari, oppure valutando l’introduzione di fasce orarie».

E’ un’idea che Nel cuore di Trecate e Partito democratico lanciano alla maggioranza trecatese, dopo un’attenta analisi della situazione attuale della città. Le code fuori dai supermercati sono lunghe, in più fasce orarie della giornata. Non solo, molti cittadini sono senza mascherina: «E’ una protezione fondamentale dal contagio, anche all’interno di luoghi chiusi come negozi e supermercati: introdurre l’obbligo di indossare le mascherine all’interno di qualsiasi esercizio commerciale e al contempo dare ai cittadini la possibilità reale di reperirle», dicono.

La minoranza interviene anche sul problema sepoltura dei defunti: «Proponiamo una deroga per i parenti più stretti, magari con una limitazione di numero e con rigoroso rispetto delle distanze di sicurezza. Molte famiglie hanno perso una persona senza poterle essere accanto nell’ultimo respiro, che si dia la possibilità ai famigliari stretti di poterla accompagnare alla sepoltura. Ora ciò non è possibile, ma per esempio fuori dai supermercati la coda c’è e quindi significa che ci sono le persone».

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: