«Che fine ha fatto ClickOleggio?» Il gruppo consiliare di Oleggio Grande presenta un’interpellanza al sindaco

Il primo cittadino Baldassini: «Il portale on line è attivo e rappresenta un validissimo strumento»

Alessandra Gibbin, il capogruppo di Oleggio Grande, il gruppo di minoranza in consiglio comunale, ha depositato un’interpellanza riguardante le attività in corso del portale ClickOleggio, il portale dedicato ai commercianti del paese, in rete e attivo dal 2020, con la missione di offrire ai negozianti la possibilità di vendere i propri prodotti online.

«Con questa interpellanza vorremmo sapere la situazione del sito – si legge nel testo – per capire se questo investimento, non si parla di spiccioli ma di oltre 26 mila euro, sta portando almeno qualche frutto ai commercianti. Ricordiamo che lo sviluppo delle piccole medie attività commerciali sul territorio oleggese e, in particolare nel centro storico, è fondamentale per il mantenimento vivo del centro e la salvaguardia dei commercianti». Quesiti che il gruppo ha raccolto, firmato e spedito all’amministrazione comunale.

L’interpellanza è stata accolta dal sindaco Alessandro Baldassini, che precisa: «Il sito ClickOleggio va inteso come un importante strumento per i nostri commercianti. Abbiamo investito denaro e impegno per dare questa opportunità ai negozianti che, ricordo, nasce proprio nel periodo della pandemia. Ci si domanda se il sito, fattivamente, stia aiutando i negozianti a “guadagnare di più”? Impossibile offrire un riscontro preciso, è una dato che non si può ottenere in così poco tempo. Noi ci basiamo sui feedback che ci vengono offerti dai negozianti che hanno deciso di aderire al commercio on line e sono risposte più che positive. Ovvio, non sono qui a nasconderlo, inizialmente ci aspettavamo molto di più e il ritorno non è stato quello atteso, ma come dicevo prima, queste iniziative vanno valutate in prospettiva. Inutile fare conti adesso».

«Chiedono trasparenza sulla gestione del dominio del sito? I dati erano già alla luce del sole e, ancora una volta, abbiamo agito in favore di chi lavora. In che modo? – conclude il primo cittadino -. Abbiamo deciso di lasciare la gestione e il dominio del sito a due diverse società in modo da dividersi l’incarico e coinvolgerle entrambe. ClickOleggio è una realtà viva e pulsante, bisogna avere pazienza e crederci tutti insieme. Il potenziale è alto».

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Paolo Pavone

Paolo Pavone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL