A come Atlantista: sembrava un termine desueto e comunque fuori moda. In Italia è ancora un po’ un insulto, essere per la Nato, credere in un rapporto insostituibile fra Usa ed Europa, mentre in Polonia, in Lituania, ma anche in  Paesi finora neutrali come la Finlandia e la Svezia l’opinione pubblica è sempre più atlantista.

A come Atomica: per non dipendere dalla Russia anche in Italia si ripensa al nucleare civile mentre la Russia sfoggia l’orgoglio di essere una grande potenza nucleare. La guerra stessa però dimostra i rischi della radioattività di centrali spente da decenni come a Chernobyl.

 A come Austerity: dopo anni di discussioni sulla decrescita felice arrivano decrescita, inflazione e fame con milioni di profughi europei in Europa. 

C come Cristiani: Cristiano ortodosso è il Patriarca Kirill che benedice la guerra di Putin, Cristiano cattolico è Papa Francesco che condanna la guerra e la rincorsa delle spese militari, Cristiani i più di 100 cappellani greco cattolici dell’esercito ucraino. 

N come Nazismo: mai parlato tanto di nazismo come in questi giorni , Putin dichiara la guerra per denazificare l’Ucraina con il risultato di essere paragonato ad Hitler che invase la Polonia. Nazista è il Battaglione Azov che si batte per Zelenski, naziste sono alcune milizie filorusse nel Donbass.

P come Pacifisti: devono cercare il più possibile di sfuggire alle accuse di chi li chiama Putinisti, spesso  a torto e qualche volta non senza ragioni.

S come Sovranismo: mai così in crisi, i sovranisti italiani e francesi da Salvini a Le Pen cercano di far dimenticare anni di innamoramento per Putin e il nazionalismo russo.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Pier Luigi Tolardo

Pier Luigi Tolardo

54 anni, novarese da sempre, passioni: politica, scrittura. Blogger dal 2001.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL