Un nucleo famigliare del novarese guarito dal coronavirus

Un nucleo famigliare del novarese guarito dal coronavirus. Si tratta di tre persone residenti in provincia che sono state dimesse nella giornata di oggi dall’ospedale Maggiore. Sei, invece, i decessi (classe 1936, 1942, 1930, due 1941 e 1939) e otto dimissioni a domicilio, con altri due pazienti trasferiti a Veruno.

Le persone ricoverate al Maggiore sono 161 di cui 64 di Novara, 82 della provincia di Novara, 3 della provincia di Biella, 4 della provincia di Alessandria, 1 della provincia di Cuneo, 1 della provincia del Vco, 3 della provincia di Vercelli e 3 della Lombardia.

 

[the_ad id=”62649″]

 

Sul territorio regionale sono 4.541 le persone positive al coronavirus: 810 in provincia di Alessandria, 191 in provincia di Asti, 244 in provincia di Biella, 327 in provincia di Cuneo, 399 in provincia di Novara, 2.018 in provincia di Torino, 245 in provincia di Vercelli, 171 nel Verbano-Cusio-Ossola, 48 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 88 casi sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale.

Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 330, in altri reparti 2.071. I tamponi diagnostici finora eseguiti sono 12.869, di cui 7.729 risultati negativi. In isolamento domiciliare ci sono 1.826 persone.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni