Oggi 207 ricoverati Covid, ma i dati degli ospedali novaresi non crescono più

Resta alto il numero di persone ricoverate per Covid negli ospedali novaresi: oggi 207, di poco sotto al massimo dei 214 di sabato, in linea con gli ultimi giorni. 125 sono i ricoverati al Maggiore di Novara (di cui 13 in terapia intensiva e 16 in subintensiva) e 82 al SS Trinità di Borgomanero (19 in terapia intensiva e 30 in subintensiva) che oggi registra il record di decessi, 4, a cui si aggiunge l’uomo di 70 anni morto a Novara.

Situazione pesante che appara comunque meno grave di quanto avviene in Piemonte dove continua a crescere il numero dei ricoverati non critici, oggi 3.873 (cioè 90 ogni 100mila abitanti, con un tasso di occupazione dei posti letto del 66,5%, due valori che sono di gran lunga i più alti in Italia) ed anche quello dei pazienti in terapia intensiva, oggi 376 (occupazione posti letto al 59,9%, dietro di un punto alla sola Lombardia).

I dati sanitari accompagnano in negativo anche quelli dei contagi e dei decessi.

In Provincia di Novara oggi 167 nuovi casi postivi (+1 su ieri, ma 25 in meno di mercoledì scorso), così che l’incidenza (il famoso dato dei nuovi contagi settimanali su 100mila abitanti, tra i fattori che determinano la “zona rossa”) è in lieve flessione: oggi 319, ieri 326, sette giorni fa 329, comunque ben sopra la soglia critica di 250. In lieve calo anche gli attualmente positivi (oggi 2.628, ieri 2693) con una prevalenza di casi nel Borgomanerese e Aronese.

In Regione i dati sono più negativi: oggi 2.298 nuovi casi positivi (+437 su ieri e +75 su mercoledì scorso) che fanno risalire il tasso di positività all’8,8% (costantemente sopra il dato italiano) e l’incidenza a 337 rendendo il Piemonte una delle 8 regioni ancora sopra 250. I decessi registrati oggi sono 39, meno del picco dei 61 di ieri, e in linea con la media dei giorni precedenti.

MARZO PESANTE NEGLI OSPEDALI NOVARESI

Il mese di marzo mostra i segni della terza ondata della pandemia anche dai dati degli ospedali novaresi, ricordando che nella prima metà del mese al Maggiore di Novara sono stati riconvertiti per pazienti Covid due reparti.

Anzitutto per i ricoveri: i 207 di oggi sono meno del massimo di 214 del 27 marzo ma quasi il triplo dei 76 del 2 marzo (43 a Novara e 33 a Borgomanero) e i pazienti in terapia intensiva, oggi 32 (13 a Novara, 19 a Borgomanero) erano 10 il 2 marzo (3 a Novara e 7 a Borgomanero). Numero che, analizzati, svelano 548 persone ricoverate positive al Covid, giorno per giorno durante il mese (305 a Novara, 243 a Borgomanero) con una media quotidiana di quasi 18. I pazienti dimessi o trasferiti ad altra struttura (normalmente per casi di bassa gravità) sono stati in tutto 295.

Considerando il solo Ospedale Maggiore del capoluogo si tratta comunque di numeri non gravi come nello scorso novembre quando si toccarono i 250 ricoverati il 19 novembre e i 30 pazienti in terapia intensiva il 29 novembre.

Infine appare dolorosamente pesante il numero delle persone morte per Covid: in marzo nei due ospedali si sono avuti 92 decessi, di cui 54 a Novara e 38 a Borgomanero. Per un raffronto: nel solo Maggione di Novara a febbraio si sono registrati 36 decessi e 66 a gennaio, ma nello scorso novembre ben 105.

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *