Novara, contagi Covid in netta ripresa, ma un solo ricoverato al Maggiore

Mercoledì 21 luglio superati i 100 positivi in provincia (105, non accadeva dal 22 giugno) e Novarese con la più alta incidenza (20,2) del Piemonte. Ma la regione è fra quelle a minor tasso di positività (oggi 1%) e i ricoveri continuano a calare

Contagi in forte ripresa anche nel Novarese, pur se il Piemonte rimane, tra le grandi regioni, quella con il minor tasso di positività (ieri, 21 luglio, 1,0%) a fronte di 134 nuovi casi di Covid, contro i 122 di ieri. Nessun decesso nella nostra regione da 7 giorni e da 12 giorni nel Novarese.

La Provincia di Novara mercoledì 21 è tornata a superare le 100 persone attualmente positive (105, dato peggiore dai 107 del 22 giugno) e con 22 nuovi casi positivi (il giorno prima erano 15 e lunedì 6) si rileva la provincia a più alta contagiosità del Piemonte, con l’incidenza (cioè il valore dei nuovi casi dell’ultima settimana ogni 100mila abitanti) a 20,2, mentre nel Vco è a 3,9. Il valore piemontese dell’incidenza è 14, secondo più bassa in Italia dopo la Puglia (12,9).

I dati della Provincia indicano che le persone positive sono salite a 38 nel capoluogo (+7 sul 20 luglio) e 9 a Trecate (più del doppio dei 4 di martedì).

Mercoledì 21 in Italia risultano sopra incidenza 50 quattro Regioni (Sardegna 74,4; Sicilia 61,5; Lazio 61.1; Veneto 58,5): con le norme attuali questi valori provocherebbero venerdì il loro passaggio in fascia “gialla”, ma sembra che il governo sia intenzionato a lasciare tutta Italia in fascia “bianca” per tutta l’estate, introducendo già nella giornata odierna nuove norme che dovrebbero prevedere limitazioni di accesso a grandi strutture ed eventi a chi non possiede il “green pass”.

AL MAGGIORE RICOVERATI AL MINIMO: UNO

L’aumento di contagi non ha, per il momento, riflessi sui ricoveri ospedalieri che, al Maggiore di Novara, mercoledì 21 luglio ha toccato il minimo da mesi di un solo ricoverato nel reparto infettivi. In Piemonte i ricoverati sono in tutto 53 (il 20 luglio erano 60), di cui 3 in terapia intensiva (come il giorno prima). In altre regioni (come Lazio, Sicilia ed Emilia-Romagna) invece è tornato a salire il numero dei ricoverati in area non critica.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Antonio Maio

Antonio Maio

Nato a Lecco il 26 febbraio 1957, vive a Novara dal 1966. È sposato e ha un figlio. Iscritto all'ordine dei giornalisti il 30 aprile 1986 ha svolto la professione quasi esclusivamente ai nove settimanali della Diocesi di Novara fino a diventarne direttore nel settembre 2005, carica mantenuta fino a tutto il 2016.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni