La truffa del braccio in silicone finisce sul New York Times e sulla Cnn

La truffa del braccio in silicone finisce sul New York Times e sulla Cnn. L’impresa del dentista di Biella, Guido Russo, questo è il nome, che giovedì si è presentato per la prima dose in un hub vaccinale della città con un braccio in silicone, sta facendo il giro del mondo.

Nella giornata di ieri i due organi di informazione americani si sono occupati della vicenda che ha suscitato indignazione ma anche ilarità. «A man in Italy tries to get a shot in a fake arm to qualify for a vaccination certificate» titola il New York Times che poi scrive: «L’infermiera, Filippa Bua, si stava preparando a somministrare a un uomo una dose di vaccino contro il Covid quando si è accorta che il pezzo di braccio tra la felpa e la maglietta sembrava molto più roseo del suo viso». E aggiunge: «Lo stratagemma è stato l’ultimo e forse più originale episodio di evasione vaccinale nella lotta tra il governo italiano e la fazione no vax del Paese. L’Italia sembra avere meno scettici sui vaccini rispetto ad altri paesi europei, ma, a quanto pare, alcuni in quel campo sono molto determinati».

Insomma, una vera e propria truffa (e per questo è scattata la denuncia) che l’uomo, già sospeso dal suo ordine professionale, ha messo in atto tentando di raggirare il sistema e ottenere così il Green pass senza avere realmente fatto il vaccino.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Cecilia Colli

Cecilia Colli

Novarese, giornalista professionista, ha lavorato per settimanali e tv. A La Voce di Novara ha il ruolo di caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL