Cronaca Politica

Diatriba Provincia – YouTube, la minoranza: «Non è una censura»

Ieri durante la seduta il consigliere di Fratelli d'Italia Ivan De Grandis ha citato Bibbiano e la piattaforma ha interrotto la diretta. Pronta la reazione del partito, ma l'opposizione replica: «Se ne vuole fare un caso nazionale, un’esagerazione che riteniamo abbia radici ben lontane dalla libertà di espressione»

Il consigliere provinciale di Fratelli d’Italia Ivan De Grandis cita Bibbiano durante la seduta di consiglio e la diretta streaming viene interrotta. Un fatto, che sta diventando un vero e proprio “caso”, ha provocato non solo la reazione indignata dell’interessato, ma di tutto il partito a cominciare dal leader locale, il senatore Gaetano Natri che ha parlato di «situazione incredibile e assurda, che lede la libertà di espressione ma soprattutto l’esercizio della democrazia stessa».

Dall’altra parte non si è fatta attendere la replica del gruppo consiliare di minoranza “La Provincia in Comune” Emanuela Allegra, Matteo Besozzii e Marco Uboldi: «Una situazione che ha finito per assumere quanto meno profili paradossali. «Il tema trattato – hanno ricordato – relativo al disegno di legge regionale “allontanamento zero” proposto dalla minoranza, aveva come obiettivo quello di fare ritirare dall’agenda di Palazzo Lascaris un provvedimento con forti tratti di incostituzionalità e con un’importanza desueta. Ma come spesso accade, qualcuno vuole eccedere forse per un bisogno spasmodico di visibilità e scivola sul tema che YouTube reputa “sensibile”. Ora si vuole trasformare un meccanismo tecnico e di protezione un caso politico».

 

 

Infatti, fino a che si è la mozione è stata esposta non ci sono stati problemi «ma il successivo intervento ha fatto scattare le protezioni. Oggi – hanno ribadito infine – si grida alla censura e se ne vuole fare un caso nazionale, un’esagerazione che riteniamo abbia radici ben lontane dalla libertà di espressione».

Articoli correlati

Il consiglio provinciale nomina Bibbiano e YouTube interrompe la diretta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati