Asili nido aperti più a lungo: il Piemonte stanzia 12 milioni

Tramite un bando, rivolto ai Comuni: «L’ampliamento dell’orario, che potrà essere attivato dal lunedì al venerdì e/o il sabato mattina, dovrà essere aggiuntivo rispetto all’orario standard garantito»

Asili nido aperti più a lungo: il Piemonte stanzia 12 milioni tramite un apposito bando, rivolto ai Comuni. «L’ampliamento dell’orario, che potrà essere attivato dal lunedì al venerdì e/o il sabato mattina, dovrà essere aggiuntivo rispetto all’orario standard garantito – precisa la Regione – L’obiettivo è di favorire una fruizione più flessibile e coerente con il mutamento delle condizioni lavorative e degli stili di vita attuali, ampliando l’orario dei servizi nel periodo compreso tra ottobre 2021 e luglio 2022».

«Questa è la traduzione in fatti di una volontà rivolta al contrasto alla denatalità ed in supporto all’occupazione femminile con un piano che prevede il prolungamento degli orari degli asili nido agevolando le mamme e mettendole nella condizione di non dover più scegliere tra lavoro o famiglia – così l’assessore regionale all’Istruzione Elena Chiorino – una misura che va incontro anche ai piccoli comuni ed in supporto a quei sindaci che con tenacia e visione lavorano ogni giorno per tenere aperti sul proprio territorio gli asili nido con importanti sforzi di bilancio, poiché ritenuti fondamentali per il sostegno alle famiglie, all’occupazione femminile e al supporto alla natalità. Un aiuto concreto e tangibile attraverso una misura che potenzia i servizi alla famiglia e che consente, nello specifico, alle mamme di conciliare tempi di vita e tempi di lavoro e favorire anche l’occupazione femminile: il segno di una comunità che tangibilmente lavora per il diritto alla maternità».

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *