Cameri, al via i lavori per la riqualificazione di via Baracca

Partirà il 27 aprile il cantiere di via Baracca che vedrà due tipologie diverse di intervento: una prima fase, della durata stimata di circa 35 giorni, per la sostituzione delle tubazioni della rete del gas, quindi, a seguire, i lavori, per il rifacimento della pavimentazione in cubetti e lastre di beola e la messa in sicurezza della via.

 

 

I lavori partiranno dall’intersezione con via Matteotti e saranno suddivisi in tre fasi; nella prima fino all’intersezione con via Verdi.

nella seconda fino all’intersezione con via IV Novembre, e infine, l’ultimo tratto fino all’intersezione con via Adua.

Durata del cantiere: circa 3 mesi; costo dell’intervento: 400mila euro, risorse finanziarie già stanziate, vincolati a investimenti. Durante i lavori sarà garantito l’accesso pedonale e saranno distribuiti pass ai residenti per parcheggiare senza il limite del disco orario.

«Abbiamo deciso di dar corso al progetto – dicono dall’amministrazione comunale – constatando che oggi il disagio per la presenza del cantiere sarebbe ridotto. Ma siamo anche consapevoli che anche domani, quando le attività commerciali riapriranno, ci sarà chiesto di contingentare l’accesso a negozi, ristoranti e bar. E anche nella vita sociale dovremo adattarci a restrizioni e privazioni non indifferenti. Con le scuole chiuse, poi, si evitano tutte le problematiche di trasporto per studenti e famiglie. Siamo ovviamente consapevoli dei disagi ma saremo impegnati per ridurli al minimo. E’ in questo scenario che abbiamo deciso di avviare la riqualificazione di via Baracca, approfittando di questo rallentamento forzato della vita sociale. Si poteva partire prima? No, il via libera della Regione è del 13 aprile. Si poteva rimandare al 2021? Sì, ma con l’aggravante che tra un anno, con l’emergenza alle spalle, avremmo sì inferto un colpo durissimo alla vita del paese».

Una riqualificazione, in nome anche della sicurezza di una delle vie più “trafficate” del paese, propedeutica a una “rivoluzione” della viabilità: all’orizzonte infatti il senso unico – non è ancora stato stabilito in quale direzione, una valutazione che dovrà essere fatta sulla base dei dati del traffico – «così da lasciare adeguati spazi di sicurezza per gli utenti deboli della strada. Confidiamo che i cameresi possano condividere questa scelta di sicurezza per migliorare la qualità di vita di tutti».

 

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: