Successo a Cureggio per “Naturale!” il mercato per la biodiversità

Molta gente sabato e domenica tra i 15 stand dei produttori locali dell'Alto Piemonte, per la mostra organizzata dalla Condotta Slow Food delle Colline Novaresi. Promossa la sensibilizzazione per difendere le api

Tanta gente sabato e domenica scorsi a Cureggio richiamati dalla mostra mercato di prodotti alimentari del’Alto Piemonte nel segno della biodiversità. Prima edizione, dal titolo “Naturale!”, organizzata dalla Condotta Slow Food delle Colline Novaresi, insieme al Comune e alla Pro Loco di Cureggio, e con il patrocinio e il sostegno di ATL Novara che ha visto convenire famiglie, gourmet e cercatori di eccellenze a chilometro zero in centro paese, nella cornice della “Antica Pieve”, tra la chiesa di Santa Maria Assunta e il famoso battistero romanico di San Giovanni Battista.

La due giorni ha visto protagonisti una quindicina di piccoli produttori provenienti dall’Alto Piemonte, impegnati nel produrre nel rispetto dell’ambiente e dei territori, proponendo cibi sani e locali, come salumi, dolci, nocciole, birra artigianale, formaggi di latte vaccino e caprino, ortaggi, frutta, lumache, miele, farine, riso, zafferano e molto altro ancora.

Dalla Condotta Slow Food delle Colline Novaresi sottolineano l’esordio pubblico con uno stand collettivo del gruppo “Pronubi – apicoltori per la biodiversità Alto Piemonte”, che si sono fatti conoscere e hanno avviato il loro impegno nell’opera di sensibilizzazione di cittadini, aziende ed istituzioni del territorio sui temi legati al declino degli insetti, in particolare gli impollinatori, sostenendo la tutela della biodiversità attraverso l’attuazione di progetti di responsabilità sociale e ambientale.

Nella giornata di domenica si è svolto anche il primo progetto, due moduli di didattica all’aperto che hanno coinvolto qualche decina di bambini accompagnati dai genitori, per poter entrare dentro al superorganismo alveare vestendo i panni di un’ape.

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: