Con i Malamente il cortile del Broletto diventa una discoteca

Il gruppo novarese ha ben coinvolto il pubblico giovedì sera in occasione del secondo appuntamento del cartellone “Dillo alla luna” con uno revival dagli anni '70 ai giorni nostri. Domeni sera omaggio ai Deep Purple con i Dazed

Suonano (e cantano) i Malamente e il cortile del Broletto diventa un discoteca a cielo aperto. E’ successo giovedì sera, 4 agosto, in occasione del secondo appuntamento del cartellone “Dillo alla luna”, seconda tranche dell’Estate Novarese organizzato dall’Associazione APS Viaoxiliaquattro in collaborazione con il Comune.


Sul palco i novaresi Bonnie (Claudia Bertoni, voce), Bobby (Roberto Maturo, voce), Andre (Andrea Orrù, chitarra), Dema (Raffaele De Marco, basso), Dario (Dario Marchetti, batteria), meglio conosciuti come i Malamente, hanno proposto uno show all’insegna del revival, partendo dagli anni ’70 sino quasi a spingersi ai giorni nostri.


Tra luci, vapori, costumi sgargianti e immancabili tute-pantalone a zampa di elefante si è cominciato con uno dei brani dance più classici come “I will survive” di Gloria Gaynor, approdando poi al decennio successivo con una delle hit – tormentone più gettonate, “Easy lady” di Ivana Spagna (all’epoca conosciuta senza il nome di battesimo). Spazio a diverse canzoni, italiane e internazionali, che hanno fatto compiere un deciso salto indietro nel tempo a un pubblico decisamente di tutte le età – da uomini e donne più attempate a giovani coppie conto di prole al seguito – che ha sicuramente apprezzato una serata, lasciandosi andare anche a qualche imitazione (non sempre riuscita dal punto di vista coreografico) di… Tony Manero.


Domani sera, domenica 7 agosto, si prosegue con i Dazed – Valeria Aina voce, Matteo Pizzi basso, Italo Bianchi tastiere e Fabrizio Parlamento batteria – che proporranno un omaggio ai Deep Purple. Si comincia alle 21.30 e l’ingresso è libero.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Luca Mattioli

Luca Mattioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL