Volley, torna la Champions: la Igor nella “tana” della Stella Rossa Belgrado

Le ragazze di Lavarini impegnate alle 19 nella capitale serba per il secondo turno di Pool della massima manifestazione continentale con la recuperata Adams. Il positivo precedente dell'Asystel di tredici anni fa

Archiviato un fine settimana che ha visto la pallavolo italiana tornare sul tetto del mondo grazie alle contemporanee affermazioni della Syr Safety Perugia in campo maschile e della Prosecco Imoco Conegliano in quello femminile nei rispettivi Mondiali per club, tornano ad accendersi le luci sulla Champions league. Per il secondo turno della Pool C la Igor, dopo la convincente affermazione di sabato sera contro Vallefoglia, affronta questa sera alle 19 (diretta su Discovery+ ed Eurosport 2) la prima trasferta rendendo visita alla Stella Rossa Belgrado.


Per il club della presidente suor Giovanna Saporiti si tratta della “prima volta” nella capitale serba, anche se esiste un precedente positivo, quello dell’Asystel risalente a tredici anni fa. Si giocavano allora i quarti di finale della Coppa Cev quando la squadra guidata da Luciano Pedullà, dopo essersi imposta 3-1 nel match di andata il 14 gennaio 2009, la settimana successiva andò a vincere ancora più nettamente sul terreno delle biancorosse. Fu quello l’ultimo ostacolo prima della trionfale Final four giocata proprio a Novara il 14 e 15 marzo successivo.


Tornando ai giorni nostri c’é da rilevare che la gloriosa Stella Rossa (19 campionati jugoslavi, 4 serbo-montenegrini e 5 serbi nel suo albo d’oro) si è riaffacciata in questa occasione alla Champions grazie al titolo nazionale conquistato nello scorso aprile dopo un digiuno durato nove anni. A questa edizione della Champions è stata ammessa alla fase a gironi dopo aver superato nei “preliminari” le finlandesi del Kuusamon e poi le slovene del Kamnik. Lo scorso 7 dicembre, il giorno successivo la vittoria di Chirichella e compagne contro Potsdam (nella foto di Santi le azzurre schierate prima del match), la squadra serba è stata sconfitta in tre set a Istanbul dalla “corazzata” VakifBank. Dal punto di vista dell’organico può dire che si tratta di una formazione “fatta in casa”, con diverse giocatrici provenienti dal vivaio e una sola straniera, la schiacciatrice ucraina Denisova.


In casa novarese finalmente qualche buona notizia dall’infermeria, con il recupero della schiacciatrice Adams, tornata a disposizione dopo quasi un mese e mezzo dall’infortunio al piede sinistro. E’ probabile però che nel 6+1 partente stasera figuri ancora una volta Carcaces, che sta attraversando un momento particolarmente felice e nella gara di sabato con Vallefoglia si è meritata il titolo di Mvp.


«Vogliamo vincere e continuare il nostro momento positivo – ha detto la giocatrice cubana – Sappiamo che giocheremo in un clima molto caldo e che le nostre avversarie cercheranno di metterci in difficoltà, ma da parte nostra c’è la piena volontà di ottenere i tre punti e credo che per come sta lavorando la squadra ultimamente e per quello che è il nostro valore, sia nelle nostre possibilità ottenere il miglior risultato possibile».

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2023 La Voce di Novara - Riproduzione Riservata
Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Luca Mattioli

Luca Mattioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni