[ditty_news_ticker id="138254"]

Volley: prosegue la marcia dell’Italia, sabato l’affascinante sfida al Brasile

Quinta vittoria consecutiva per le ragazze di Velasco in Nations league, che superano 3-0 anche la Repubblica Dominicana e conquistano altri punti preziosi per la qualificazione olimpica

Compito assolto. L’Italia, dopo un primo set condotto a ritmi vertiginosi e gli altri due un po’ con il freno a mano tirato, mette in cascina un altro 3-0 a spese della Repubblica Dominicana nel secondo match della Pool di Macao della Nations league 2024. Per le ragazze di Julio Velasco si tratta della quinta vittoria consecutiva nella manifestazione, ma che vale altri 6,68 punti nel ranking mondiale per la qualificazione al torneo olimpico di Parigi.


Una gara che ha visto Danesi (nella foto FIPAV un suo attacco sotto gli occhi di Orro e Bosetti) e compagne dominare la prima frazione (25-12), per poi concedere qualcosa alle caraibiche nei due parziali successivi (chiusi 25-19 e 25-21). A livello individuale solita prestazione particolarmente produttiva per Egonu (autrice di 20 punti). Fra le “igorine” (quasi ex e confermate) Danesi ha messo a terra 5 palloni e Bosetti 2. Fersino, stante il periodo di forma dell’inamovibile De Gennaro, è stata ancora una volta parzialmente utilizzata nel lavoro “sporco” di seconda linea, mentre stavolta è toccato a Bonifacio essere “sacrificata” con la maglia di secondo libero.


Due match (quello di stamattina e quello di ieri con la Francia) che hanno permesso di confermare quelle che sono (e saranno) le gerarchie del tecnico italo – argentino: Orro in palleggio ed Egonu opposta (anche se non ha affatto sfigurato la “seconda diagonale”, Cambi – Antropova), Danesi e Lubian centrali, Bosetti e Sylla bande con De Gannaro libero.


Poco da dire sulla partita, il cui equilibrio è stato inizialmente spezzato da due ace consecutivi di Egonu. Poi, dopo una reazione delle dominicane (10-10), le azzurre hanno piazzato un devastanze parziale di 12-0 che ha permesso loro di chiudere laprima frazione 25-12.


Più battagliere le avversarie nel secondo set (14-10 e 16-14), poi il muro italiano Danesi – Egonu ha permesso di allungare il divario (19-14). Due servizi vincenti di Rodriguez hanno consentito alla Repubblica Dominicana di accorciare (21-18): troppo tardi però per mettere il discussione il 2-0 timbrato dal 25-19. Terza frazione con in campo Degradi (per Bosetti) e Fahar (per Lubian). Gioco e punteggio più equilibrato (8-8) prima dello “strappo” firmato da Sylla (17-13), anticamera del 25-21 conclusivo.
Domani giornata di riposo “virtuale” per le azzurre, in attesa della sempre affascinante sfida contro le vicecampionesse mondiali del Brasile, sabato 1° giugno alle 6,30 italiane.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2024 La Voce di Novara - Riproduzione Riservata
Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Luca Mattioli

Luca Mattioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni