Volley, più forte delle assenze, la Igor allunga la “striscia”

Più forte delle assenze, visto il forfait quasi dell’ultima ora di Sansonna e Hancock, la Igor conferma il pronostico della vigilia e si aggiudica in tre set anche la sfida di Montichiari con la Millenium Brescia (nella foto di Santi, il classico momento di festeggiamento post gara). Contro una formazione anche lei priva di diverse titolari, con il coach locale Mazzola privo contemporaneamente di tutte le sue centrali e costretto letteralmente a inventarsi dal punto di vista tattico un sestetto da opporre a Chirichella e compagne, dall’altra parte della rete Novara ha dovuto fare a meno di Sansonna, tenuta precauzionalmente a riposo in seguito a un colpo rimediato nell’allenamento di venerdì, e di Hancock, alle prese con qualche problemino fisico. Forfait risolti schierando Napodano nel ruolo di libero e Battistoni in regia, con la convocazione della palleggiatrice della B1 Valentina Bartolucci, classe 2003. Da segnalare infine il rientro, seppur non utilizzata, di Washington, tornata a respirare il clima gara dal campo.

Bisogna dire, come ammetterà nel dopo gara lo stesso allenatore novarese, che la partita non è stata bella dal punto di vista tecnico. Novara ha fatto il suo compito conquistando break importanti nelle battute iniziali di tutte e tre le frazioni giocate, limitandosi poi ad amministrare e contenere i tentativi di rimonta da parte di Brescia, tutte le volte capace di potersela giocare quando la Igor aveva già accumulato un buon margine di sicurezza.

Come detto la Igor costruisce la sua affermazione nel primo set con una partenza a tutto gas e grazie a due ace e… mezzo di Caterina Bosetti che valgono lo 0-4. Provano a reagire le padrone di casa, ma questa volta trovano una Herbots a fare la voce grossa (4-9). Un muro di Battistoni vale il +6, poi è Chirichella ad allungare (10-18). Le novaresi tirano il fiato, Brescia prova ad avvicinarsi e Lavarini chiede tempo sul 14-19. Smarzek ed Herbots spensono le illusioni delle padrone di casa, con la belga che mette a terra il pallone del 19-25.

 

Si cambia campo ma la musica no. Un muro di Bonifacio vale il primo solco (6-9); l’ex Bechis prova a riportare sotto le lombarde (15-18), poi è tutto l’attacco della Igor ad andare a segno, sino al primo tempo di Chirichella che vale il secondo 19-25.

Scappa subito Novara anche nel terzo gioco (6-10). Tre muri di Bonifacio “doppiano” le avversarie (8-16), poi è accademia sino alla diagonale conclusiva di Herbots per il definitivo 16-25.

«Abbiamo fatto il nostro lavoro anche se Brescia, pur con i suoi problemi, è una squadra che non ha nulla da perdere e gioca bene. Noi cerchiamo di migliorare ogni giorno e credo che ci troviamo sulla strada giusta».

Banca Valsabbina Millenium Brescia 0

Igor Gorgonzola Novara 3

(19-25 / 19-25 / 16-25)

Brescia: Sala, Bechis 1, Angelina 8, Jasper 11, Pericati (L2), Cvetnic 1, Parlangeli (L1), Bridi, Biganzoli 4, Hippe 2, Bitezat ne, Berti ne, Nicoletti 10. All.: Mazzola.

Igor: Populini, Herbots 19, Napodano (L1), Zanette, Battistoni 3, Bosetti C. 11, Chirichella 6, Hancock ne, Bonifacio 9, Washington ne, Smarzek 12, Bartolucci ne, Daalderop ne. All.: Lavarini.

Arbitri: Lot di Treviso e Venturi di Torino.

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: