Volley, l’Igor spreca ma prevale ugualmente con Perugia

Una Igor decisamente sprecona riesce alla fine a prevalere in tre set contro una Perugia alla ricerca di altri punti salvezza dopo il successo al tie-break con Chieri nerl recupero di mercoledì. Troppi errori gratuiti hanno caratterizzato un match che ha messo comunque in mostra il carattere delle ragazze di Stefano Lavarini, capaci in più di un occasione di riuscire a tirarsi fuori dai pasticci dopo essersi però infilate quasi da sole.

Al via la novità per la Igor è in banda dove le coppia questa volta proposta è Herbots – Daalderop. Per il resto solita diagonale Hancock – Smarzek, mentre le centrali sono Chirichella e Bonifacio e Sansonna il libero. Una Perugia piuttosto aggressiva riesce nei primi scambi a imbrigliare una Igor che trova il primo break grazie a un errore di Havelkova (10-8). Le ospiti accusano qualche sbandamento e Mazzanti ferma il gioco. Novara allunga con Smarzek (15-10), poi la Bartoccini ricuce qualcosa (19-17). Ci pensa Daalderop (alla fine Mvp del match) a riallungare le distanze con tre punti consecutivi (22-17), poi le ragazze di Lavarini chiudono grazie a due errori consecutivi delle umbre (25-19).

 

Bonifacio apre lo “score” del secondo set, Novara alza il muro e prepara le prove di fuga (9-5). Perugia non ci sta, riesce a rimanere attaccata e riaggancia le azzurre a quota 11 con un ace di Aelbrecht aiutata del nastro. Ospiti addirittura a +2 (15-18), poi ci pensa Hancock con un produttivo turno in battuta arricchito da 2 ace a guidare il sorpasso. Perugia ancora non alza bandiera bianca, dentro Bosetti per Herbots, ma l’equilibrio di una frazione che viene prolungata ai vantaggi si rompe solo grazie a Daalderop e a un’invasione di Perugia per il 27-25.

Si cambia campo ma la musica sembra non cambiare. Il terzo set si apre con un ace di Hancock, ma poi è la Bartoccini ad esprimersi meglio: break delle opsiti (5-8) e Lavarini ferma il gioco. La “strigliata” non ha inizialmente esito perché Perugia vola sul 6-13. Poco alla volta, però, grazie a qualche errore di troppo commesso anche nella metà campo umbra, la Igor recupera e impatta a quota 16, per poi dare vita a un allungo che diventa decisivo con l’ace di Bosetti (23-21). Muro di Bonifacio per il match point. Al secondo tentativo è ancora un’invasione umbra a mettere fine alla gara. Con tanto di video-check…

Igor Gorgonzola Novara 3

Bartoccini Fortinfissi Perugia 0

(25-19 / 27-25 / 25-22)

Igor: Populini, Herbots 11, Napodano (L2) ne, Zanette 3, Battistoni, Bosetti C. 1, Chirichella 7, Sansonna (L1), Hancock 4, Bonifacio 4, Tajé ne, Washingon ne, Smarzek 11, Daalderop 14. All.: Lavarini.

Perugia: Casillo ne, Carcaces 12, Agrifoglio, Scarabottini ne, Cecchetto (L1), Di Iulio I., Rumori (L2), Mlinar 1, Koolhaas 4, Ortolani 9, Angeloni 1, Havelkova 5, Aelbrecht 10. All.: Mazzanti.

Arbitri: Brunelli di Falaconara e Rapisarda di Udine.

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: