Volley, la Igor “sbanda” un set ma la Final four di Coppa Italia è sua

Le ragazze di Lavarini si aggiudicato 3-1 il confronto con Il Bisonte Firenze e conquistano il diritto a partecipare all'atto conclusivo della manifestazione tricolore in programma nella Capitale la prossima settimana. Conegliano e Chieri le altre qualificate; la quarta formazione si conoscerà lunedì sera dopo il match Scandicci – Busto Arsizio

La Igor supera in quattro set un “incerottato” Il Bisonte Firenze e stacca il preventivato pass per la Final four di Coppa Italia in programma a Roma nelle giornate del 5 e 6 gennaio. Una vittoria giunta al termine di un confronto che ha visto le novaresi “sbandare” unicamente nella terza frazione. Una disattenzione poi cancellata da un quarto set che ha suggellato la vittoria.


Se da un lato Novara ha recuperato (pur non utilizzandola) Washington, dall’altra parte della rete Il Bisonte Firenze è giunto all’ombra della Cupola in emergenza Covid, con un componente del gruppo – squadra riusltato positivo dai controlli effettuati sallo staff sanitario. Nonostante un ulteriore “giro” di tamponi abbia dato esiti negativi, a titolo precauzionale la società toscana ha provveduto a isolare anche due atlete che hanno avuto maggiori contatti con il soggetto, presentando così a referto unicamente undici giocatrici, con Van Gestel nell’inedito ruolo di libero.
Fatte queste premesse c’é subito da dire che la partita ha vissuto fasi alterne, con le ragazze di Stefano Lavarini capaci di imporre la loro superiorità nelle due prime frazioni (addirittura con un parziale mortificante per le ospiti il secondo set), per poi farsi letteralmente cogliere impreparate dalla giustificata voglia di riscatto da parte di Sorokaite e compagne. Assorbito il terzo set, le azzure hanno poi chiuso i conti senza problemi nel quarto.


Novara parte con il 6+1 tradizionale formato da Hancock in regia e Karakurt opposto; Bosetti e Daalderop sono le bande, Chirichella e Bonifacio le centrali con Fersino libero. Proprio la regista americana sfrutta il suo iniziale turno in battuta (con tanto di due ace) per scavare il primo solco (5-0) costringendo la panchina fiorentina chiedere tempo. Al rientro in campo Il Bisonte rientra in partita ma ci pensa Karakurt a ribadire le distanze (7-3 e 12-5). Sorokaite non ci sta e questa volta è coach Lavarini a cercare di fermare la rimonta ospite con un time out. Un pallonetto di Chirichella ribadisce il +4 Igor (20-16), poi difeso sino al 25-21 di Daalderop.


Secondo set con le novaresi subito in palla (ace di Bosetti per il 7-1 e altro stop chiamato dal tecnico ospite Bellano). Questa volta i suggerimenti dell’ex allenatore di Ornavasso non danno i frutti sperati, perché le ragazze di Lavarini insistono (12-2), mentre Firenze ci mette del suo con qualche errore marchiano.La Igor non se lo fa ripetere due volte per portare l’allungo decisivo (18-2). Contro un Il Bisonte decisamente demoralizzato le azzurre hanno gioco facile per chiudere i conti anche in questa frazione con Bosetti e Karakurt (25-6).


Nel terzo set Firenze mette in campo tutto il suo orgoglio per rifarsi della “legnata” precedentemente subita con un parziale di 6-0. Bosetti cerca di “svegliare” le compagne (3-8), ma sono sempre le toscane a condurre le danze. Per cercare di invertire il trend la panchina novarese mette in campo prima Herbots e poi la diagonale Battistoni – Montibeller. Proprio la brasiliana si presenta con il punto del 7-13. La Igor cerca di risalire la corrente, ma il parziale sembra compromesso. Non ci stanno Karakurt e Bonifacio (14-20), ma è troppo tardi per cercare di accorciare l’elastico e Firenze accorcia le distanze con un 19-25.


Lezione imparata dalla Igor? Forse, perchè le novaresi mettono subito il naso davanti (5-3 con un primo tempo di Chirichella). Karakurt riscatta un set precedente un po’ sotto tono con un paio di “sassate” che non lasciano scampo, poi Bonifacio alza il muro (9-5). E’ la scalpitante Herbots a salire in cattedra mettendo a terra diversi palloni importanti. Altra “bomba” lungolinea di Karakurt (18-13), poi è lo stesso Il Bisonte a sbagliare un paio di giocate, agevolando il conpito di Novara, che chiude la valigia con destinazione la Capitale con il punto finale di Karakurt (25-18). Sugli altri campi Conegliano ha domato alla distanza (dopo aver perso la prima frazione) la resistenza di Cuneo, mentre grossa sorpresa a Monza, dove la Vero Volley è stata superata in tre set da Chieri. Lunedì sera l’ultimo “quarto” fra Scandicci e Busto Arsizio.

Igor Volley Novara – Il Bisonte Firenze 3-1
(25-21 / 25-6 / 19-25 / 25-18)
Igor:
Imperiali (L2) ne, Herbots 7, Montibeller 1, Battistoni, Fersino (L1), Bosetti C. 6, Chirichella 7, Hancock 4, Bonifacio 8, Washington ne, Costantini ne, D’Odorico, Daalderop 8, Karakurt 26. All.: Lavarini.
Firenze: Sorokaite 12, Sylves 13, Cambi 1, Bonciani, Van Gestel (L), Knollema 9, Belien 9, Enweonwu 6, Golfieri ne, Lapini 1, Diagne ne. All.: Bellano.
Arbitri: Venturi di Torino e Goitre di Torino.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Luca Mattioli

Luca Mattioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni