Volley, la Igor in anticipo stasera contro Vallefoglia delle ex

Ultimo impegno casalingo del 2022 per le ragazze di Lavarini, che ospitano la formazione marchigiana di Hancock e D'Odorico. Il tecnico novarese: «Dovremo dare continuità alle recenti prestazioni»

Anticipo in chiave Champions per la Igor, che chiude gli impegni casalinghi del 2022 con la gara interna (valevole per la dodicesima giornata del girone d’andata della regular season) contro la Megabox Vallefoglia. L’appuntamento è questa sera (fischio d’inizio alle 20 con direzione arbitrale affidata alla coppia Zanussi – Colucci) per consentire infatti una giornata di riposo in più al gruppo in vista della trasferta di martedì sera a Belgrado contro la Stella Rossa per il secondo turno della Pool C della massima rassegna continentale.


La compagine marchigiana si può proprio dire che ormai ha ben poco della “matricola” che solo un anno fa si era affacciata per la prima volta alla serie A1. Oggi il roster guidato da Andrea Mafrici è in gran parte costituito da giocatrici di esperienza, fra cui spiccano tanti volti conosciuti dagli sportivi azzurri per aver militato all’ombra della Cupola in passato come il libero Imma Sirressi e recentemente come nel caso della palleggiatrice americana Micha Hancock e della schiacciatrice Sofia D’Odorico, che in maglia biancoverde ha la possibilità di giocare come titolare. Oltre a loro si segnalano l’altra banda, la bielorussa Tatyana Kosheleva, e la centrale serba (nonché bi-campionessa del mondo con la sua nazionale) Maja Alexic.


Vallefoglia è reduce dal pesante successo su Perugia, quarto di questa stagione su 11 gare. Un 3-0 che le ha permesso di agganciare in classifica Busto Arsizio in decima posizione con 12 punti, un buon margine dalla “zona pericolosa” della graduatoria e, viste le ambizioni di crescita del club, di poter coltivare ancora la speranza di centrare la qualificazione ai quarti di Coppa Italia.


«A livello tecnico – dice di loro il coach novarese Stefano Lavarini – possiedono una correlazione battuta – muro di alto livello. Quello che può fare la differenza sarà la gestione delle situazioni da parte delle atlete più esperte. Da parte nostra dovremo dare continuità alle ultime prestazioni, prestando tanta attenzione soprattutto alla fase break, che potrà risultare decisiva». Non sono annunciate novità in casa azzurra, che dovrebbe affrontare il match con il 6+1 partente dell’ultimo periodo, anche se Adams viene data quasi recuperata.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2023 La Voce di Novara - Riproduzione Riservata
Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Luca Mattioli

Luca Mattioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni