Serie C, Novara al Piola con il Trento: conta solo vincere

Azzurri attesi al riscatto dopo il pesante ko con la Feralpisalò

Con le spalle al muro, il Novara non ha alternative nella sfida al “Piola” contro il Trento degli ex: il portiere Marchegiani e l’allenatore Bruno Tedino, che nella sua gestione ha raccolto solo 8 punti sui 33 a disposizione in 11 gare, ed è reduce da sei sconfitte di fila. Novara chiamato al riscato dopo il pesante ko di domenica scorsa sul terreno dei gardesani della Feralpisalò (4-0), prima sconfitta per il giovane tecnico Franco Semioli, settima in campionato, sesta in trasferta, dove gli azzurri in 9 match hanno sempre subito gol, raccoglieno 9 dei 27 punti disponibili. Rendemento decisamente inferiore alle aspettative del presidente Massimo Ferranti, che attende le ultime due partite del 2022, dopo il Trento il Novara tornerà in campo venerdì prossimo 23 dicembre nel turno prenatalizio a Meda coi brianzoli del Renate, per valutare se ritiene necessario intervenire pesantemente sul mercato di gennaio, oppure contenere i costi attraverso delle cessioni, ed iniziare a gettare le basi per la prossima stagione.

Contro il Trento assenti il portiere canadese Desjardins e l’attaccante croasto Buric, uno dei giocatori indiziati a lasciare la città di San Gaudenzio alla riapertura del mercato, tra i club sulle sue tracce i bresciani del Lumezzane, in vetta al girone B della Serie D, con due ex novaresi, il presidente Andrea Caracciolo e il centrocampista e capitano Simone Pesce.

Novara che però vuole a tutti centrare la nona vittoria, sesta al “Piola”, mettere a freno il malumore di una piazza che dopo il primato al termine della sesta giornata è andato progressivamente calando, ma che ha ancora la possibilità di dimostrare di meritare almeno un piazzamento nei play off. Il tecnico Franco Semioli inquadra così la sfida con il Trento: «Troviamo una squadra in difficoltà nei risultati, ma non nelle prestazioni, è vero che il Trento arriva da sei sconfitte consecutive, ma quasi tutte col minimo scarto. E’ noi che dobbiamo dimostrare di essere all’altezza del compito che ci è stato chiesto. Fare risultato pieno, senza se e senza ma, con la convinzione che ci sono ancora tantissime partite a disposizione e che nulla è precluso».


IL PROGRAMMA (19^ giornata) sabato 17/12/ore 14.30: Albinoleffe-Pordenone, Juventus Next Gen-Virtus Verona, LR Vicenza-Piacenza, Novara-Trento, Padova-Mantova, Pro Patria-Sangiuliano, Pro Sesto-Feralpisalò, Pro Vercelli-Lecco, Renate-Arzignano, Triestina-Pergolettese.

CLASSIFICA: Feralpisalò, Pro Sesto 34; LR Vicenza, Lecco 33; Pordenone 32; Pro Patria 28; Novara, Renate 27; Juventus Next Gen, Pro Vercelli 26; Arzignano 25; Padova, Sangiuliano 23; Pergolettese 22; Albinoleffe, Mantova 20; Virtus Verona 19; Trento 13; Piacenza, Triestina 12.

PROSSIMO TURNO (20^ giornata) venerdì/23/12/ore 12.30: Trento-Juventus Next Gen; ore 14.30: Arzignano-Pro Patria, Feralpisalò-Albinoleffe, Lecco-Virtus Verona, Mantova-Sangiuliano, Padova-Pro Vercelli, Piacenza-Pergolettese, Pro Sesto-LR Vicenza, Renate-Novara; giovedi 24/12/ore 14.30: Pordenone-Triestina.











Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2023 La Voce di Novara - Riproduzione Riservata
Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Guido Ferraro

Guido Ferraro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni