Volley, la Igor illude due set poi cede al tie-break: è Monza la finalista

Le ragazze di Lavarini riscattano dal punto di vista del gioco la brutta prestazione di domenica scorsa ma alla distanza devono cedere alla Vero Volley, che per la prima volta si giocherà la finale scudetto

Come in garauno, ma senza quel lieto fine. La Igor riscatta dal punto di vista del gioco la brutta prestazione di domenica scorsa e dopo aver illuso per due set ha dovuto cedere alla distanza di fronte a una Vero Volley, dimostratasi con più bernzina in corpo. Finisce così con un beffardo tie-break la stagione delle ragazze di Lavarini, mentre Danesi e compagne tenteranno ora di sfilare lo scudetto a Conegliano.


Solito 6+1 di partenza per Novara, con Hancock e Karakurt a formare la diagonale; Chirichella e Washington sono le centrali, Bosetti e Daalderop le bande con Fersino libero. Inizio caratterizzato da un pizzico di nervosismo, che porta le due squadre a commettere diversi errori per il 3-3 che apre la contesa. La Igor trova un bel break (7-3), costringendo la panchina ospite a fermare il gioco. La Vero Volley prova reagire ma le azzurre difendono il vantaggio toccando tanti palloni a muro (11-8). Le brianzole recuperano e questa volta è Lavarini a chiedere tempo. Nuovo allungo azzurro (17-14), Bosetti vince un duello sopra la rete e Gasperi si gioca il suo secondo time out per cercare di riordinare le idee alle sue. Al rientro in campo la Igor soffre terribilmente il turno in battuta di Orro e il vantaggio di smaterializza. Anzi, Monza passa addirittura avanti. Time out obbligato anche per la panchina azzurra. Bonifacio rileva Washington ma Monza sembra ormai aver trovato il suo ritmo (20-22). Nuovo pareggio e stavolta i prolungamenti premiano la Igor grazie a Daalderop (26-24).


Pur con qualche sbavatura si procede punto a punto all’inizio della seconda frazione (5-5 ma con tre errori consecutivi al servizio di Novara). Piccolo break azzurro (9-7). Improvviso black out nella ricezione novarese e le ospiti ne approfittano per mettere il naso davanti. Il parziale di 0-5 costringe Lavarini a fermare il gioco due volte prima che la situazione diventi difficile. Karakurt ricuce, e il pareggio è ottenuto da Daalderop. In questa fase Hancock cerca molto anche Washington e la connazionale ripaga la fiducia (15-14). Sempre la centrale Usa, trova l’ace del 19-15. Van Hecke sbaglia dai nove metri interrompendo la rimonta di Monza (20-17). Salgono in cattedra Karakurt e Daalderop (24-19). E’ il martello olandese a chiudere il set 25-21.


Stavolta la pressione è tutta su Monza e la Igor ne approfitta (5-3 e 8-6) in avvio di terzo gioco. La Vero Volley non si scompone e capovolge la situazione a suo favore (9-11 e tempo chiesto da Lavarini). Novara torna a farsi sotto anche se stavolta è il muro brianzolo a dire di no all’opposto turco (11-13). Prove di fuga di Monza (14-17), la Igor riesce a fermare l’emorragia a -3, poi scivola nuovamente (21-24). Bosetti annulla il primo set point ma Monza conclude 22-25.
Fa la voce grossa la Igor nel quarto set (3-1 e 6-4), poi va in sofferenza sul turno in battuta di Van Eecke (7-8), ma riprendendosi quasi subito (13-11). Dopo un attimo di smarrimento (e conseguente sorpasso brianzolo) la Igor sembra avere lo spunto decisivo, ma due errori riportano le ospiti davanti. Ancora una volta si lotta punto a punto (19-19), con il pallone che scotta sempre più. Ultimo time out novarese sul 20-22. Monza annusa aria di tie-break (21-24), Novara ci prova ma deve cedere 23-25.


Il “set corto”, decisivo per il match e la serie, corre sull’ennesimo filo dell’equilibrio (3-3), poi Bosetti si fa murare, consentendo alle ospiti il primo break (4-6). Nuovo pareggio prima del cambio di campo sul 7-8. Riscossa Igor con Herbots e Washington (10-9), ma poi viene sprecato tutto (10-13). Bosetti annulla il primo match point ma le ospiti chiudono 12-15. Sipario.

Igor Gorgonzola Novara – Vero Volley Monza 2-3
(26-24 / 25-21 / 22-25 / 23-25 / 12-15)
Igor:
Imperiali (L2), Herbots 2, Montibeller ne, Battistoni ne, Fersino (L1), Bosetti C. 10, Chirichella 8, Hancock 4, Bonifacio, Washington 18, Costantini ne, D’Odorico, Daalderop 18, Karakurt 30. All.: Lavarini.
Monza: Lazovic, Stysiak 22, Boldini, Gennari 13, Van Hecke 10, Orro 2, Parrocchiale (L1), Danesi 12, Rettke 11, Larson 11, Davyskiba, Candi, Moretto ne, Negretti (L2). All.: Gaspari.
Arbitri: Zanussi di Treviso e Zavater di Roma.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Luca Mattioli

Luca Mattioli

Una risposta

  1. Mi spiace per il PRESIDENTE che ci mette sempre anima e cuore in tutto quello che fa sia in ambito lavorativo che sportivo dopo di che mi sento di ripetere come avevo scritto in un altro commento che l’allenatore non e’ uno che ha una mentalita’ vincente . Si sono falliti tutti gli appuntamenti importanti della stagione a parte la vittoria su Conegliano (non e’ servita a niente) perdendo partite incredibili come quest’ultima . Io ripartirei da Bonifacio Montibeller D’Odorico Fersino squadra giovane e sbarazzina con un’allenatore di esperienza .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL