Volley, la Igor getta alle ortiche il primo set ma torna da Monza con 2 punti

Le ragazze di Lavarini riscattano lo stop contro Conegliano riuscendo a prevalere nei confronti delle brianzole al tie-break. Ancora troppi alti e bassi nelle fila delle novaresi, con la frazione d'apertura persa ai vantaggi dopo aver dilapidato un vantaggio anche di dieci lunghezze

La Igor riscatta lo stop di giovedì sera contro Conegliano andando a prendersi un successo al tie-break sull’ostico terreno di Monza al termine di un’autentica maratona che ha sfiorato le due e tre quarti di gioco. Due punti che fanno classifica, ma che non cancellano alcuni aspetti negativi emersi anche da questo match in terra brianzola. A cominciare dall’epilogo del primo set, che ha visto le novaresi cedere ai vantaggi (allo stratosferico punteggio di 35-33) dopo essere state in vantaggio anche di dieci punti. Su questo aspetto, che si sta riproponendo un po’ troppo spesso, coach Stefano Lavarini e il suo staff dovranno lavorare, perché a nostro avviso non si tratta di risolvere una situazione tecnica, ma piuttosto mentale. Fortunamente, superati alcuni momenti di difficoltà, la squadra è comunque riuscita a fare quadrato, ritrovando alcune bocche da fuoco che tre sere prima erano rimaste… bagnate. Karakurt con 25 palloni messi a terra, più un ace e tre muri, ha fatto vedere di cosa può essere capace, mentre anche capitan Chirichella (75% su 16 attacchi) è tornata a pungere.


Il tecnico Lavarini conferma in partenza Hancock in regia e Karakurt opposto; Chirichella e Washington sono le centrali, Caterina Bosetti e Daalderop le bande con Fersino libero. L’inizio è promettente per Novara, che con Bosetti e Karakurt trova subito un buon break (1-5). Nonostante la reazione delle padrone di casa la Igor sembra in grado di amministrare un vantaggio che riesce anche a dilatarsi (3-13). Poi la luce si spegne e Monza prima riesce ad accorciare (11-17 e 13-20), poi trova addirittura un parziale di 10-3 che le regala la parità, prima a quota 23 e poi a 24. Le emozioni non finiscono nel “prolungamento”: la Igor (dove nel frattempo hanno trovato spazio Battistoni e Montibeller) prova sempre a mettere il naso davanti, ma all’ennesimo tentativo viene beffata 35-33.


Dopo il cambio di campo viene riproposta fra le azzurre (per l’occasione ancora in maglia rossa) la diagonale titolare ma com’era prevedibile l’esito della prima frazione contribuisce a galvanizzare ulteriormente le padrone di casa (2-0). Rabbiosa reazione Igor (3-4), poi si vive una lunga fase di equilibrio, con sorpassi e controsorpassi sino al break del 14-16. Novara insiste riuscendo ad allungare sino al +4, vantaggio poi sceso sino a una sola lunghezza (22-23) e che materializza per un attimo i fantasmi del primo set. Poi, fortuatamente, la Igor riesce a chiudere 22-25.


Terza frazione che le ragazze di Lavarini, decisamente rinfrancate, iniziano con il piglio giusto, trovando quasi subito un minimo vantaggio di 2-3 punti. La Vero Volley risale, ma la Igor ribadisce le distanze (15-18 e 16-20) e si va a prendere il 2-1 grazie a un 18-25. La partita ha cambiato inerzia, ma la Igor non riesce a sfruttarla del tutto nelle fasi iniziali del quarto gioco (10-9 e poi 16-14 Monza). L’elastico non si accorcia, anzi, Orro e compagne riescono a prevalere 25-20 rinviando l’esito della serata al tie-break.


Nel decisivo “set corto” la Igor sembra ritrovare la giusta lucidità (2-5, che diventa 3-8 al cambio di campo). E’ quanto basta per chiudere questa lunghissima maratona con un’accelerata finale sino al conclusivo 4-15 che vale due punti in classifica.

Vero Volley Monza – Igor Gorgonzola Novara 2-3
(35-33 / 22-25 / 18-25 / 25-20 / 4-15)
Monza:
Lazovic 14, Stysiak 19, Boldini, Gennari 18, Van Hecke 3, Orro 5, Mihajlovic, Parrocchiale (L1), Danesi 9, Zakchaiou 8, Davyskiba, Candi 1, Moretto ne, Negretti (L2) ne. All.: Gaspari.
Igor: Imperiali (L2) ne, Herbots 1, Montibeller 4, Battistoni, Fersino (L1), Bosetti C. 11, Chirichella 12, Hancock 5, Bonifacio 2, Washington 3, Costantini ne, D’Odorico 1, Daalderop 16, Karakurt 29. All.: Lavarini.
Arbitri: Pozzato di Bolzano e Bassan di Brescia.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Luca Mattioli

Luca Mattioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni