Volley, la Igor fa suo il derby ma lascia un punto per strada

Le ragazze di Lavarini superano al tie-break una tenacissima Reale Mutua Fenera Chieri e vengono raggiunte al primo posto della classifica dalla Imoco Conegliano, che ha però disputato una gara in più rispetto alle azzurre. Infortunio per la brasiliana Montibeller, la cui entità dovrà essere valutata nella giornata di domani

All’ultimo respiro e dopo una battaglia durata oltre 2 ore e mezza la Igor riesce a superare la Reale Mutua Fenera Chieri al tie-brak, ma lascia per strada un punto pesante nell’economia del rush finale della regular season. La contemporanea vittoria (come da pronostico) dell’Imoco Conegliano per 3-1 ha infatti permesso alle trevigiane di agganciare al primo posto le azzurre, anche se le ragazze di Stefano Lavarini hanno ancora a disposizione un match in più rispetto alle “pantere”.


Il match contro le “collinari”, che hanno lottato accanitamente su ogni pallone, ha vissuto fasi alterne ma alle fine la Igor è riuscita a prevalere grazie al grande spirito di gruppo e a una Britt Herbots (giustamente eletta Mvp) che, una volta gettata nella mischia, in diverse occasioni ha letteralmente tolto le castagne dal fuoco, come quando ha impedito alle ospiti di aggiudicarsi la seconda frazione. Ma la tegola più grave in casa azzurra potrebbe essere l’infortunio occorso a Rosamaria Montibeller, uscita sul finire del quarto set per una distorsione alla caviglia la cui entità dovrebbe essere valutata nella giornata di domani.


La cronaca. Novara torna in partenza al sestetto standard con Hancock in regia e Karakurt opposto; Washington e Chirichella sono le centrali, Bosetti e Daalderop le bande con Fersino libero. Inizio lanciato per la Igor (4-0) e primo time out chiesto dalla panchina ospite. Bosetti e Chirichella insistono (6-1). Chieri prova ad accorciare ma ci pensa Daalderop a ristabilire le distanze. Insistono le “collinari”, concretizzando un calo delle azzurre per trovare il pareggio con un ace di Villani a quota 11 e il vantaggio dopo un errore di Karakurt (con tempo chiesto da Lavarini). La pausa non produce effetti perché è la Fenera in questo frangente a gestire il suo margine (12-15 e poi 16-19). La panchina novarese propone la seconda diagonale (Battistoni – Montibeller) e poi è costretta a fermare nuovamente il gioco sul 17-21. Bosetti non ci sta ma il set è ormai compromesso e Chieri lo chiude 20-25.

Seconda frazione all’insegna dell’equilibrio, poi le rigionate novaresi sembrano avere finalmente effetto (muro di Washington per il 5-3), ma Chieri riponde (7-7) e torna davanti, costringendo la panchina Igor a un nuovo stop. Chirichella e Karakurt guidano la riscossa, agevalata anche da qualche imprecisione delle torinesi. Ancora Igor momentaneamente avanti, con Bosetti che sisolve uno scambio lunghissimo. Nuovo capovolgimento di fronte mentre pure Herbots e Bonifacio vengono gettate nella mischia. La schiacciatrice belga risponde presente. Chieri sbaglia due attacchi consecutivi (23-21), Bosetti conquista il faticato set point ma ancora non basta. Sfruttando il turno in battuta di Weitzel la Fenera schizza sul 24-25 e dopo sul 25-26. Nuovo pareggio di Herbots, che mette poi a terra altri palloni che scottano sino all’errore ospite (confermato dal video check) che vale il 30-28 dell’1-1.


Nel terzo set la Igor riesce a sfruttare diversi errori delle rivali per prendere il largo (12-5). Punto cercato da Bosetti per il 14-7, Chieri recupera qualcosa, poi Hancock trova l’ace del 16-10. Montibeller a segno per il 22-17. Chiude Herbots per il 25-21.


Karakurt annulla l’iniziale vantaggio della Fenera a inizio del quarto gioco (3-3), che tuttavia riesce ad allungare. Ancora una volta è Herbots a rimediare, imitata da Bosetti. Un ace di Karakurt riporta la Igor davanti (13-12), poi è Bosetti a contribuire a mantenere il vantaggio (18-17). Si fa male Montibeller nell’azione in cui una Chieri mai doma si porta sul 19-20. Sempre Herbots prova a rimediare, ma le ospiti schizzano sul 20-23 e poi vanno a prendersi il tie-break 22-25 per un fallo di rotazione nel campo novarese.


Set “corto” inizialmente in bilico, poi è la Igor a sbagliare troppo (6-8). Chirichella rimedia il pareggio, imitata da Bonifacio. Ancora una volta Herbots pesca il coniglio dal cilindro (10-9 e tempo chiesto dalla panchina ospite). Al rientro in campo due ace di Hancock valgono il 12-9 ma ancora non basta. Rientra Daalderop e suo è il punto del 13-11. Herbots conquista il match point e la Igor chiude con un soffertissimo 15-12.

Igor Gorgonzola Novara – Reale Mutua Fenera Chieri 3-2
(20-25 / 30-28 / 25-21 / 22-25 / 15-12)
Igor:
Imperiali (L2 ne, Herbots 19, Montibeller 2, Battistoni, Fersino (L1), Bosetti C. 17, Chirichella 10, Hancock 6, Bonifacio 4, Washington 4, Costantini ne, D’Odorico, Daalderop 5, Karakurt 17. All.: Lavarini.
Chieri: Alhassan 14, Cazaute 4, Perinelli, Bosio, Frantti 11, Bonelli, Grobelna 23, Villani 18, De Bortoli (L1), Mazzaro 8, Karaoglu, Armini (L2) ne, Weitzel 1, Guarena ne. All.: Bregoli.
Arbitri: Armandola di Voghera e Nava di Monza.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Luca Mattioli

Luca Mattioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL