Volley: la Igor a Trento per difendere il primato

Le ragazze di Lavarini impegnate nell'anticipo di stasera contro la Delta Despar, ultima in classifica ma che non ha ancora rinunciato a lottare per la salvezza. Herbots: «Una sfida da non sottovalutare»

Si tratta di un vero e proprio duello testa-coda il primo impegno da capolista per la Igor. Le ragazze di Stefano Lavarini sono impegnae questa sera (inizio alle 20.30) sul campo della Delata Despar Trento, fanalino di coda in coabitazione con l’Acqua&Sapone Roma, in uno dei due anticipi (l’altro è quello in programma alle 17 dove nella capitale sarà di scena la Unet e-work Busto Arsizio) del sabato di questo undicesimo turno di ritorno della regular season.


Per Chirichella e compagne il quintultimo impegno (recuperi inclusi) prima dei playoff rappresenta un banco di prova fondamentale, da affrontare con la giusta concentrazione. I 39 punti punti che dividono Chirichella e compagne dalle trentine (ex squadra di Sofia D’Odorico nella quale milita una conoscenza neanche troppo vecchia come l’argentina Yamila Nezetich) non deve trarre in inganno, perché le padrone di casa, oltre a cercare di disputare una buona prova al cospetto della neo capolista, cercheranno in tutti modi di strappare con le unghie e con i denti un risultato che consenta loro di continuare ad alimentare la speranza di evitare la caduta in A2.


Vietata dunque ogni tipo di distrazione in campo azzurro e anche per questo la Igor dovrebbe presentarsi al via con il suo 6+1 titolare, forse con l’unica eccezione rappresentata dalla concessione di un parziale turno riposo a Caterina Bosetti, non apparsa al meglio nella serata di Urbino e anche alla luce dell’ottima prova fornita da Britt Herbots (nella foto di Santi): «E’ stata l’ultima settimana con una sola partita e abbiamo approfittato per lavorare un po’ più su di noi, preparando questa gara con Trento – ha detto la schiacciatrice belga, Mvp domenica scorsa contro Vallefoglia – Ci aspettiamo una sfida da non sottovalutare contro un avversario che darà tutto per conquistare punti importanti per i suoi obiettivi. A nostra volta, però, ci serve un risultato pieno, perché puntiamo a proseguire la nostra striscia positiva e soprattutto a mantenere la posizione in classifica in modo da arrivare nelle migliori condizioni possibili ai playoff».


In casa Delta Despar, reduce dallo 0-3 subito nell’ultimo turno a Busto Arsizio, le buone notizie arrivano prima di tutto dall’infermeria, visto che la centrale Furlan e il libero Quiligotti hanno ripreso ad allenarsi e saranno sicuramente della partita. Quello di stasera è comunque un match che lo staff tecnico trentino considera quasi proibitivo, anche se, come ha detto l’allenatore Matteo Bertini, «da qui alla fine della regular season dobbiamo cercare di conquistare qualche punto per continuare a sperare nella salvezza. Novara è fortissima, ma giocando in casa siamo obbligati a provarci».

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Luca Mattioli

Luca Mattioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni