Volley: a Parigi l’Italia se la vedrà con Turchia, Olanda e Repubblica Dominicana

Sorteggiati a Bangkok i gironi eliminatori del Torneo olimpico mentre nella capitale thailandese parte oggi la “Final eight” della VNL: per le azzurre di Velasco il primo ostacolo, domani alle 12, saranno gli Stati Uniti

L’Italia del volley femminile ha finalmente conosciuto i nomi di quelle che saranno le sue prime avversarie al Torneo olimpico di Parigi. Le azzurre, seconde nel ranking mondiale e una delle tre teste di serie (gli altri due posti d’élite erano stati assegnati al Paese organizzatore, la Francia, e al Brasile), sono state collocate nella Pool C. Dal sorteggio effettuato ieri a Bangkok hanno pescato la Turchia nel lotto delle formazioni di seconda fascia, l’Olanda fra quelle di terza e la Repubblica Dominicana fra le quarte. Nella Pool A con le transalpine padrone di casa sono finiti Stati Uniti, Cina e Serbia; nella B con il Brasile ecco Polonia, Giappone e Kenya.


«Al di là del sorteggio – ha dichiarato dopo la cerimonia la capitana delle azzurre Anna Danesi – chiunque fosse capitato sarebbe stato lo stesso. Se giochi le Olimpiadi e vuoi arrivare fino in fondo devi battere tutti. La Turchia è sicuramente l’avversario più ostico, ma non dobbiamo sottovalutare le altre due. Sono gironi equilibrati, dove colpisce una Serbia in quarta fascia, che era da evitare nella fase iniziale».


In vista del Torneo olimpico il commissario tecnico Julio Velasco ha intanto reso nota la lista delle 25 atlete da cui attingerà per definire il “roster” definitivo che volerà in Francia. Ovviamente confermate Anna Danesi, Sara Bonifacio e Caterina Bosetti (rispettivamente nel “pacchetto” delle centrali le prime due, in quello delle bande la terza), torna la palleggiatrice Francesca Bosio (al momento terza scelta alle spalle di Orro e Cambi), così come il libero Eleonora Fersino.


Sempre nella capitale thailandese con la disputa dei primi due quarti di finale prende il via oggi la “Final eight” della Volley nations league 2024. A mezzogiorno (ora italiana) la Cina sfiderà il Giappone, mentre alle 15,30 ci sarà il match “testa – coda” fra il Brasile (testa di serie numero 1) e le padrone di casa della Thailandia (ottave).

L’Italia (salita al secondo posto nel ranking dopo gli ultimi successi ottenuti in terra giapponese) incrocerà alle 12 di domani, venerdì 21 giugno, gli Stati Uniti (settimi), già sconfitti la scorsa settimana a Fukuoka, mentre alle 15,30, con Polonia – Turchia, andrà in scena la sfida tutta italiana a livello di panchine fra Stefano Lavarini e Daniele Santarelli, Un duello destinato a ritornare anche nel prossimo campionato dopo il ritorno in Italia del tecnico omegnese per guidare Milano.


«Affrontiamo le statunitensi che abbiamo superato meno di una settimana fa – ha detto ancora Danesi presentando questo match – E’ sempre strano giocare contro la stessa avversaria in tempi così ravvicinati. Dopo aver perso contro di noi le americane si sono rese protagoniste di una grande prestazione con il Giappone. Noi dovremo essere brave a mettere in campo tutto, cercando di ripetere quanto fatto a Fukuoka».

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2024 La Voce di Novara - Riproduzione Riservata
Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Luca Mattioli

Luca Mattioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni

Volley: a Parigi l’Italia se la vedrà con Turchia, Olanda e Repubblica Dominicana