Serie C, gli Azzurri ritrovano il successo a Padova al 91′ dopo una prova convincente

Novara corsaro a Padova, decide Rocca per la vittoria degli Azzurri

PADOVA-NOVARA 1-2

I gol di Galuppini nel primo tempo, del subentrato Rocca al 91′, regalano al Novara il terzo successo esterno dopo quelli sui campi di Pro Vercelli e Mantova. Tre punti che pesano come un macigno sulla classifica degli azzurri, che dimostrano di avere personalità, coraggio e carattere, imponendosi all’Euganeo, infliggendo la prima sconfitta casalinga del campionato al Padova, che nelle precedenti partite sul terreno amico aveva raccolto due successi e due pareggi.

Serviva un segnale forte, dopo quattro sconfitte consecutive, la prima in Coppa Italia ad Alessandria, le successive tre in campionato, due nelle trasferte in Lombardia con Albinoleffe e Pro Sesto, la prima in casa con la nuova capolista Lecco, rigenerato dall’arrivo di Luciano Foschi in panchina: in sei gare 16 punti sui 18 disponibili. Segnale forte che il Novara ha saputo dare. Il tecnico Cevoli ha rivoluzionato la squadra, debutto in campionato per il portiere canadese Desjardins, difesa a quattro imperniata sui centrali Bertoncini e Carillo, con Ciancio a destra e Urso a sinistra a presidiare le corsie esterne. In mezzo al campo Ranieri in cabina di regia, Masini e Calcagni interni, con Galuppini (migliore in campo) e Buric alle spalle del panzer Bortolussi.

In avvio il Padova cerca di fare la partita, il Novara si chiude e riparte. Occasioni da entrambe le parti. Jelenic, De Marchi e Piovanello costringono Dejardins a farsi trovare pronto. il Novara ribatte con tentativi di Bortolussi per Galuppi, salva Gasbarro, con lo stesso Bortolussi che trova reattivo il portiere Donnarumma. L’esperto estremo difensore campano nulla può sulla rapoiata mancina di Galuppini da circa 25 metri che si insacca alla sua sinistra. Novara che va al riposo in vantaggio, grazie ancora a Desjardins che nel recupero sventa su Jelenic.

In avvio di ripresa su assisti di Franchini si incunea in area Ceravolo che trafigge il portiere degli azzurri e sigla il momentaneo pareggio dei biancoscudati. I veneti, sospinti dai loro tifosi, prendono coraggio, ma è il Novara, dopo una parata di Donnarumma su Buric, ad avere una ghiotta occasione con Bortolussi che a porta spalancata si divora un gol fatto. Nel finale Gasbarro ha un recupero provvidenziale su Gonzalez. L’attaccante argentino però pochi minuti dopo inventa l’assist per il subentrato Rocca che controlla in area a trafigge Donnarumma tra il tripudio della panchina azzurra e della settantina di tifosi al seguito.

Novara che torna a vincere, attese ad una conferma domenica prossima al “Piola” contro la matricola milanese Sangiuliano, sconfitta in casa in pieno recupero dal Vicenza. L’extra time premia anche i biancorossi di Francesco Baldini, quarti con Novara, Padova e il Pordenone, friulani al secondo ko al “Teghil” di Lignano Sabbiadoro con i gardesani della Feralpisalò che si confermano la squadra col miglior rendimento esterno, alla quarta vittoria in sei partite lontano dal lago di Garda per la formazione di Stefano Vecchi.

PADOVA (3-4-2-1): Donnarumma 6; Belli 5.5, Valentini 6 (41’ pt Ilie 5.5), Gasbarro 6; Vasic 5.5 (33’ st Calabrese ng), Cretella 6, Franchini 6.5, Zanchi 6 (10’ st Russini 5.5); Piovanello 5.5 (10’ st Liguori 5.5); Jelenic 6; De Marchi 5.5 (10’ st Ceravolo 6.5). A disp.: Zanellati, Fortin, Radrezza, Gagliano, Ghirardello. All. Caneo 6.
NOVARA (4-3-1-2): Desjardins 7; Ciancio 6, Bertoncini 6, Carillo 6, Urso 6; Masini 6.5, Ranieri 6.5, Calcagni 6 (11’ st Goncalves 6); Galuppini 7 (33’ st Rocca 6.5.); Buric 6 (33’ st Gonzalez 6.5), Bortolussi 5.5 (22’ st Tavernelli 6). A disp. Pissardo, Menegaldo, Di Munno, Bonaccorsi, Marginean, Peli, Benalouane, Amoabeng.
All. Cevoli 7.
ARBITRO: Collu di Cagliari
MARCATORI: pt 29’ Galuppini; st 12’ Ceravolo, 46’ Rocca.
NOTE: giornata estiva. Terreno in perfette condizioni. Spettatori 2000 circa con una settantina di sostenitori del Novara. Ammoniti: Vasic, Zanchi, Goncalves, Bertoncini; recupero: pt 3’, st 3’.

RISULTATI (10^ giornata): Arzignano-Lecco 0-2; Juventus Next Gen-Triestina 1-0; Mantova-Pergolettese 2-2; Padova-Novara 1-2; Pordenone-Feralpisalò 0-1; Pro Patria-Virtus Verona 1-0; Pro Vercelli-Pro Sesto 1-2; Renate-Albinoleffe 0-0; Sangiuliano-LR Vicenza 0-1; Trento-Piacenza 2-2.

CLASSIFICA: Lecco 20; Renate, Feralpisalò 19; Novara, Padova, LR Vicenza, Pordenone 17; Arzignano 16; Pro Patria, Sangiuliano 15; Pergolettese, Pro Vercelli, Pro Sesto 14; Juventus Next Gen 12; Mantova, Albinoleffe 11; Trento 9; Triestina 7; Virtus Verona 5; Piacenza 4.

PROSSIMO TURNO (11^ giornata) domenica 30 ottobre ore 14.30: Albinoleffe-Juventus Next Gen, Feralpisalò-Renate, LR Vicenza-Pro Vercelli, Lecco-Trento, Novara-Sangiuliano, Pergolettese-Pordenone, Pro Sesto-Pro Patria, Triestina-Mantova, Virtus Verona-Arzignano. Lunedì 31 ottobre ore 20.30: Piacenza-Padova.


Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Guido Ferraro

Guido Ferraro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni