Ryan McAdoo: da North Carolina a Basket College Novara per seguire le orme di papà Bob

Arriva direttamente dagli Stati Uniti, sponda Università di North Carolina dove si è formato nel campionato Universitario NCAA la stessa Università che ha visto sfornare talenti del calibro di Michael Jordan e Sam Perkins

Un vero e proprio colpo di mercato del tutto inatteso quello messo a segno da Basket College Novara che è entusiasta di poter annunciare l’arrivo tra le fila della prima squadra CSilver di Ryan McAdoo, ala di 23 anni, passaporto italiano ma cestisticamente di scuola statunitense.

Ryan McAdoo 1,96 cm. di altezza per 95 kg. di peso arriva direttamente dagli Stati Uniti, sponda Università di North Carolina dove si è formato nel campionato Universitario NCAA, per intendersi la stessa Università che ha visto sfornare talenti del calibro di Michael Jordan, Sam Perkins, James Worthy e, soprattutto, del papà di Ryan, Bob McAdoo.

Bob McAdoo, indimenticato giocatore NBA di squadre tra le più importanti: New York, Boston e Los Angeles, vincitore di due campionati NBA (1982 e 1985) approdato in seguito all’Olimpia Milano di Coach Dan Peterson dove vince ancora due campionati Italiani (1987 e1989) due Coppe dei Campioni (1987 e 1988), una Coppa Italia nel 1987 e una Coppa Intercontinentale sempre nel 1987. In NBA ha giocato 14 stagioni dove è stato cinque volte NBA All-Star e miglior giocatore assoluto (MVP) nel 1975.

«Un prestigioso risultato raggiunto grazie al nostro Consigliere Responsabile del settore Tecnico Beppe Barbera – ha dichiarato il presidente Basket College Novara Andrea Delconte – grazie all’amicizia personale che lo lega a Dan Peterson, l’indimenticato allenatore proprio di papà Bob ai tempi d’oro di Olimpia Milano, in seguito arcinoto commentatore televisivo, ma anche con lo stesso Bob McAdoo, avendo Beppe Barbera lavorato nello stesso periodo come allenatore all’Olimpia Milano».

«E’ stato probabilmente un intero mix a determinare la scelta della famiglia – ha confermato Beppe Barbera – un mix tra il progetto tecnico di valorizzazione focalizzato esclusivamente sui giovani di College, l’amicizia storica con Dan Peterson, l’italianissima mamma Patrizia, che ha conosciuto e poi sposato papà Bob nei suoi ultimi anni di carriera a Forlì ed ancora la vicinanza con la mai dimenticata Milano. Probabilmente non lo sapremo mai del tutto, anche se a me piace pensare che sia stato l’insieme a determinare la scelta su Novara nonostante molte altre offerte ricevute da Ryan. Personalmente sono molto contento ed onorato della scelta della famiglia».

«Chi ha visto Ryan allenarsi in questi giorni al College Borgomanero non avrebbe potuto cogliere alcuna differenza rispetto a tutti gli altri giocatori, l’atteggiamento è lo stesso di tanti giovani prospetti alloggiati nella nostra foresteria che si avvicendano nel lavorare in palestra per migliorarsi di continuo – ha aggiunto il direttore generale di College Federico Ferrari. Il suo status di giocatore di formazione americana non consente al momento al ragazzo di poter giocare da italiano nei nostri massimi campionati, ma grazie alla comunità d’intenti con Basket College Novara abbiamo individuato nel campionato di serie C il suo primo palcoscenico dove poter iniziare a mettere in mostra tutte le sue qualità ed iniziare il suo percorso in Italia da Senior, pur avendo soltanto 23 anni. Il suo bagaglio di giocatore è comunque già notevole, avendo partecipato lo scorso anno alle Finals NCAA negli Stati Uniti proprio con la squadra dell’Università di North Carolina».

«Ryan è un giocatore completo, molto valido sia tecnicamente che atleticamente, sono sicuro che il suo ruolo e le sue caratteristiche si accompagneranno molto con i nostri moduli di gioco – ha precisato il Coach Basket College Novara Simone Tarlao – allenarlo per tutto lo Staff Tecnico sarà un’esperienza incredibile e stimolante, non vediamo l’ora di poterlo vedere in campo. Tuttavia il nostro obiettivo d’inizio campionato, pur con l’arrivo di Ryan, sostanzialmente non cambierà. Salvezza, quanto prima possibile, ma soprattutto la miglior esperienza tecnica formativa di crescita di ogni singolo nostro giocatore, Under o Senior che sia».

«Tutte le nostre attività, dal minibasket al settore giovanile, sono in continua e costante crescita da quando abbiamo dato vita al progetto Basket College Novara e questo è già di per sé un grande motivo di soddisfazione – ha concluso il presidente Andrea Delconte.  L’arrivo proprio a Novara di Ryan McAdoo che indosserà la stessa maglia del nostro settore giovanile dovrà essere il miglior stimolo per tutti i nostri atleti-collegiali ad applicarsi con assiduità e sacrificio ogni giorno in palestra. In più, gli appassionati cestistici novaresi avranno un ulteriore motivo per tifare Basket College Novara durante le partite al Palazzetto dello Sport Sartorio di Viale Verdi. L’ingresso è come sempre gratuito, li aspettiamo numerosi, tutti benvenuti, come sempre».

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni