Prima sconfitta in casa per il Novara, gli Azzurri vanno KO col Lecco dell’ex Foschi

Primo ko al Piola per il Novara, terza sconfitta di fila per gli azzurri che perdono la vetta della classifica

NOVARA-LECCO 1-2

Prima sconfitta casalinga della stagione, terzo ko di fila dopo quelli in trasferta con Alessandria (2-1) in Coppa Italia, domenica scorsa a Zanica contro l’Albineffe (3-1) in campionato. Brutta prestazione degli azzurri nei primi 45′, sempre in difficoltà contro il Lecco dell’ex Luciano Foschi, in campo con quattro under, tra questi il centrocampista Federico Zuccon (classe 2003) ex Atalanta tra i migliori in campo. Novara non pervenuto, va al riposo “sotto” di due reti, che compromettono in maniera definitiva il risultato. La prodezza personale di capitan Gonzalez nella ripresa, riapre il match, che, però, per l’evanescenza delle punte Bortolussi e Galuppini, la squadra allenata da Roberto Cevole non riesce a raddrizzare.

La partenza dei blucelesti lariani fa correre qualche patema al Novara, il 3-5-2 dei lombardi, con capitan Giudici a sinistra e Zambataro a destra mette subito in affanno la retroguardia degli azzurri.

Novara che crea un’importante occasione dal 2’ angolo a disposizione, la conclusione di Carillo trova una grande risposta in tuffo da parte del portiere Melgrati. Padroni di casa poco ispirati e ben contenuti dagli avversari, sempre primi nei contrasti di gioco e più precisi nella manovra. Da una palla persa da Galuppini (25’) dal limite dell’area parte l’azione di ripiegamento dei lombardi, Battistini innesca Zambataro che serve in area Buso che salta l’impacciato Benalouane e trafigge imparabilmente con un rasoterra chirurgico il portiere Pissardo, altro ex della gara. L’attaccante che si era messo in luce in serie D nel Sestri Levante dopo la rete alza maglietta n 9 di Eusepi (squalificato ed ex della partita). Ancora da una palla persa da Galuppini, si sviluppa il contropiede ospite che termina con una punizione a favore dal vertice sinistro dell’area. La conclusione di Giudici è respinta dalla barriera, sul pallone si avventa Girelli che da fuori area al volo di destra lascia partire conclusione sulla quale arriva in ritardo Pissardo, la sfera si insacca alla destra del portiere.

La ripresa si aprea con un doppio cambio tra gli azzurri. Dopo una buona occasione sciupata da Gonzalez, il capitano al quarto d’ora riapresa la partita con una azione personale, slalom palla al piedi, fa sedere quattro avversari e giunto davanti a Melgrati lo trafigge di sinistro. Subito dopo un’occasione per Bortolussi su cross di Thiago, ma Melgrati si fa trovare presente.

Novara a far gioco, Lecco che irrobustisce la mediana inserendo in avanti la prestanza fisca di Longo. Novara che conquista spazi ed angoli. La miglior occasione con la caparbietà di Buric che serve l’inserimento di Peli ed un nuovo ottimo intervento del portiere ad una decina di minuti dalla fine. Mentre il Lecco si divora il terzo gol in contropiede con Longo che giunto in area calcia malamente rasoterra di sinistro fuori di poco sul palo lontano.

Subentra la stanchezza per un Novara sempre meno lucido, ma che nell’ultimo minuto sfiora l’impresa, Peli da destra per Buric in spaccata, anticipato in angolo dal prodigioso recupero di Zambataro. Per il Lecco è la prima vittoria esterna dopo aver raccolpo due punti sui 9 a disposizione nelle tre precedenti partite lontano dal “Rigamonti-Ceppi”. Per il Novara un passo falso che deve far riflettere, mercoledì pomeriggio (ore 18) allo stadio “Breda” contro la Pro Sesto, sconfitta 3-0 dalla Juventus Next Gen gli azzurri sono attesi ad un immediato riscatto.

“Nel primo tempo abbiamo fatto fatica e la partita ha preso un certo andamento, poi nel secondo tempo abbiamo cercato di recuperare ma non ci siamo riusciti. È evidente che sono mancate parecchie cose” – Le parole di mister Cevoli nel post gara

Marcatori: pt 26′ Buso, 32′ Girelli; st 14′ Gonzalez.
NOVARA (4-3-2-1): Pissardo 5; Ciancio 5, Benalouane 5, Carillo 5.5, Thiago 5 (34’ st Urso ng); Masini 5.5, Calcagni 5 (1′ st Ranieri 5.5), Rocca 5 (1’ st Peli 6);
Galuppini 5, Gonzalez 6 (38’ st Tavernelli ng); Bortolussi 5 (24’ st Buric 6). A disp.: Menegaldo, Desjardins, Bertoncini, Di Munno, Bonaccorsi, Marginean, Khailoti, Diop, Amoabeng. All. Cevoli 5.
LECCO (3-5-2): Melgrati 7; Celjak 6.5, Battistini 7, Enrici 6.5; Zambataro 7.5, Zuccon 7 (29’ st Maldonado ng), Galli 6,5 (16’ st Ilari 6), Girelli 7 (21’ st Longo 6), Giudici 7; Pinzauti 6, Buso 7 (21’ st Lakti 6). A disp.: Stucchi, Maffei, Maldini, Sangalli, Pecorini, Scapuzzi, Stanga, Rossi. All. Foschi 6.5.
ARBITRO: Bordin di Bassano del Grappa 6.
Marcatori: pt 25’ Buso, 32’ Girelli; 13’ Gonzalez
Note: Giornata calda, terreno in buone condizioni. Spettatori 2.886 (abbonati 2.107, paganti 779). Ammoniti: Girelli, Galuppini, Rocca, Buso, Melgrati, Peli, Ilari, Lakti, Buric. Angoli 11-4. Recupero pt 0’, st 6’.

RISULTATI (8^ giornata): Novara-Lecco 1-2; Arzignano-Feralpisalò 2-1; Juventus Next Gen-Pro Sesto 3-0; Sangiuliano-Pergolettese 1-0; Triestina-Albinoleffe 0-3; Padova-Virtus Verona 0-0; Pro Patria-Trento 1-2; Pro Vercelli-Piacenza 2-0; Renate-LR Vicenza 2-1. Lunedi 17 ottobre ore 20.30: Mantova-Pordenone.

CLASSIFICA: Renate, Sangiuliano 15; Lecco, Pordenone, Novara, Padova 14; Feralpisalò, Arzignano 13; Pro Patria 12; Pro Vercelli, Pergolettese, LR Vicenza 11; Albinoleffe 10; Juventus Next Gen 9; Trento, Pro Sesto 8; Triestina 7; Mantova, Virtus Verona 5; Piacenza 3.

PROSSIMO TURNO (8^ giornata) mercoledì 19/10/ore 18: Albinoleffe-Arzignano, Lecco-Juventus Next Gen, Pergolettese-Pro Patria, Pro Sesto-Novara, Virtus Verona-Pro Vercelli; ore 21: Feralpisalò-Sangiuliano, Triestina-Padova. Giovedì 20/10/ore 18.30: Pordenone-Trento; ore 21: LR Vicenza-Mantova.


Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Guido Ferraro

Guido Ferraro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni