Novara, crisi senza fine: il derby è della Pro Vercelli

Crisi senza fine per il Novara Calcio, sconfitto nel derby dalla Pro Vercelli e con gli azzurri chiamati a fare “mea culpa” per come si sono fatti sfuggire un match che pure – al netto di una differenza di ben 16 punti in classifica – è stato più equilibrato di quanto ci si potesse attendere.

Sì perché gli azzurri hanno affrontato al meglio il match, mettendo in mostra un tandem d’attacco, composto dal neo arrivato Rossetti e da Lanini, che potrebbe far ben sperare in vista del prosieguo del campionato. Vivi e combattivi fin dai primi minuti, gli azzurri hanno sfruttato per una volta la prima vera occasione da gol per passare in vantaggio: merito di Lanini, che al 15’ ha recuperato una palla “sanguinosa” persa da Emmanuello per andare in porta e trafiggere Saro.

In un primo tempo equilibrato, con gli ospiti più intraprendenti e il Novara bravo ad abbassare il ritmo e a controllare, è stata una follia di Migliorini a rovinare i piani di Banchieri: il difensore novarese si è preso due ammonizioni sacrosante (ma assolutamente evitabili) in poco più di 10’ e si è fatto espellere al 41’, lasciando i suoi in 10. E’ stata la svolta del match, con Lanni chiamato a due grandi parate su Della Morte prima (al 43’) e su Masi poi (al 44’) per mantenere il vantaggio a fine primo tempo.

In avvio di ripresa, poi, si è completato il ribaltamento: prima Emmanuello ha pizzicato l’angolino dalla lunga distanza sorprendendo un Lanni per nulla esente da colpe; poi, al 7’, è stato l’ex Comi a firmare il sorpasso girando al volo, da due passi, una sponda di Gatto su cross da destra di Della Morte. Anche in questo caso, male Lanni. Istantanea ma velleitaria la reazione di Lanini con un bel tiro parato a terra da Saro, poi al 16’ l’ulteriore svolta negativa del match: secondo giallo per Bianchi per un fallo ingenuo su Zerbin e Novara in 9.

Di fatto, il rosso ha fatto calare il sipario sul match, tanto che nonostante i tentativi disperati del Novara (che almeno, rispetto ad altre volte non ha “ceduto di schianto”), è stata la Pro Vercelli ad avere le migliori occasioni. Da segnalare un gol annullato a Comi per un presunto fuorigioco al 40’ della ripresa prima che proprio l’ex attaccante azzurro vanificasse un clamoroso contropiede 4 contro 1.

Al triplice fischio, il Novara è sprofondato nello sconforto: la squadra non vince da 14 partite (oltre 3 mesi) ed è in piena zona retrocessione e dal mercato sono arrivati al momento i soli Rossetti (che non ha demeritato oggi) e Malotti (meno bene del compagno). Alla luce di quanto visto ancora una volta in campo, servirà ben altro. Servirà, soprattutto, che la squadra smetta di “auto-sabotarsi” con errori sotto porta, espulsioni evitabili e gol subiti a causa di “topiche” più che per merito degli avversari.

NOVARA-PRO VERCELLI 1-2
MARCATORI Lanini (N) al 15’ p.t.; Emmanuello (PV) al 4’, Comi (PV) al 7’ s.t.
NOVARA (4-4-2): Lanni; Pogliano, Migliorini, Bove, Cagnano (30’st Collodel); Pagani (9’st Malotti), Bianchi, Buzzegoli (22’st Schiavi), Panico (1’st Hrkac); Lanini, Rossetti (22’st Cisco). All. Banchieri
PRO VERCELLI (3-4-3): Saro; Hristov, Masi, Auriletto; Iezzi, Nielsen (24’st Awua), Emmanuello, Gatto (24’st Clemente); Della Morte, Comi, Zerbin (29’st Parodi). All. Modesto
ARBITRO Perenzoni di Rovereto

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: