Dopo 100 giorni il Novara torna alla vittoria

Cento giorni dopo, il Novara ritrova il sorriso a Lucca: si era interrotta in Toscana, con la rocambolesca vittoria di Livorno, la serie positiva degli azzurri, ed è proprio in Toscana, a Lucca, che gli uomini di Banchieri rialzano la testa dopo una serie infinita di match senza vittoria. Lo fanno, soprattutto, dando risposte importanti a tanti dei quesiti che “accerchiano” la squadra.

Andando con ordine, la scelta di esultare dopo ogni gol esultando in gruppo al tecnico Banchieri, si spera possa rinsaldare definitivamente la posizione del tecnico. Non a caso, proprio quando il club ha iniziato la sua assurda guerra intestina mettendo nel mirino il tecnico, la squadra ha iniziato in autunno la sua parabola discendente. Promosso anche il lavoro portato avanti fin qui dal direttore sportivo Mauro Borghetti: così come si era già intravisto contro la Pro Vercelli, prima che Migliorini rovinasse tutto, stanno pagando le scelte fatte in sede di mercato. Innanzitutto quella di sacrificare Zigoni e non Lanini, a segno tre volte nelle ultime due uscite, così come quella di “imbarcare” atleti ormai fuori dal progetto e tutt’altro che disposti a sacrificarsi per la causa per fare spazio a onesti mestieranti di categoria. Gente, per intenderci, che possa essere pienamente funzionale alla lotta che attende il Novara da qui a fine stagione. Come Rossetti, anche lui a segno, ma anche Malotti, Corsinelli e Bortoletti, entrato a partita in corso e anche lui, come gli altri, parso subito a proprio agio.

La partita, semmai, è una conseguenza di quanto detto: l’approccio aggressivo del Novara si è concretizzato dopo appena 4’, con Lanini bravo a concretizzare con un gran destro una ripartenza rapidissima. Ancora Lanini, al 20’, ad avviare l’azione del raddoppio, chiusa dal gol di Panico con la complicità di Biggeri, non proprio impeccabile. Messa la partita sui binari ideali per poterla gestire senza troppo “batticuore”, il Novara ha poi premuto a fondo sull’acceleratore, pervenendo anche al terzo gol sempre nel primo tempo. Rossetti, ricevuto un lungo lancio di Schiavi, si è involato verso la porta di Biggeri, battendolo con la dovuta freddezza e concludendo poi la sua corsa in un abbraccio con la panchina azzurra. Da lì in poi, è stata pura gestione: dopo una parata di Biggeri su Malotti a fine primo tempo, a metà ripresa è arrivato il sigillo definitivo di Lanini, bravo a girare a rete un pallone vagante dopo un’azione spettacolare di Cisco. L’unica macchia del match azzurro è arrivata allo scadere, con il gol di Bianchi propiziato da un’uscita non impeccabile di Lanni. Nulla che possa, però, scalfire l’entusiasmo azzurro: il ritorno alla vittoria è una grande festa e la classifica torna a fare un po’ meno paura: il Novara esce dalla zona Playout e si allontana, soprattutto, dall’ultimo posto occupato proprio dalla Lucchese.

Il tabellino
LUCCHESE – NOVARA 1-4
MARCATORI Lanini (N) al 4’, Panico (N) al 20’, Rossetti (N) al 32’ p.t.; Lanini (N) al 23’, Bianchi (L) al 45’ s.t.
LUCCHESE Biggeri, Papini (40′st Galardi), Nannelli (1’st Bianchi), Panati, Solcia, Marcheggiani (16’st Cruciani), Meucci, De Vito, Dumancic (13′pt Adamoli), Petrovic, Zennaro (1’st Sbrissa). A disp. Pozzer, Panariello, Kosovan, Cellamare, Scalzi, Caccetta. All. Lopez.
NOVARA Lanni, Cagnano, Bove, Pogliano, Corsinelli (33’st Pagani), Schiavi, Lanini (26’st Gonzalez), Panico, Hrkac (1’st Collodel), Rossetti (21’st Cisco), Malotti (21’st Bortoletti). A disp. Desjardins, Zunno, Lamanna, Bellich, Spitale, Ivanov, Pellegrini. All. Banchieri.
ARBITRO Colombo di Como

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: