Novara FC, mercoledì atteso riscatto con il Casale. Sfide salvezza per Rg Ticino e Gozzano

Il presidente Massimo Ferranti ha presentato il nuovo ds Stefano Cordone

Mettersi alle spalle la pesante sconfitta subita domenica al “Piola” nello scontro diretto con la Sanremese, dimostrare di meritare il primato in classifica, riprendere il cammino già da domani, al “Palli” di Casale Monferrato, nel penultimo turno infrasettimanale del girone di ritorno. L’obiettiivo del Novara, privo di difensore Benassi (squalificato), Amoabeng e la punta Alfiero infortunati, da valutare le condizioni del centrocampista Capano. Il tecnico Marco Marchionni ha dichiarato: “Non c’è tempo per pensare alla sconfitta con la Sanremese, meglio tornare subito in campo, credo che domenica il punteggio finale sia eccessivo e troppo penalizzante per noi, che abbiamo pagato a caro prezzo degli ipisodi. Ho fatto i complimenti alla Sanremese, ma dico pure, adesso, non dopo la gara, che a mio giudizio potevano starci un paio di situazioni da rigore a nostro favore, anche una ammonizione che poteva pesare per un giocatore loro. Nella prima mezz’ora la squadra ha fatto bene, nel secondo tempo il gioco è stato nelle nostre mani, nel finale abbiamo subito tre gol, non deve accadere, ma ai miei ragazzi ho detto che siamo sempre primi e padroni del nostro destino. Dobbiamo ripartire dalle nostre certezze, non ha senso stravolgere, andremo a Casale per vincere ed imporre la nostra superiorità tecnica, come abbiamo sempre cercato di fare con tutti sino ad ora”.

PRESENTATO IL NUOVO DS

Il presidente Massimo Ferranti ha presentato il nuovo direttore sportivo, l’abruzzese Stefano Cordone, 39 anni, in carriera un biennio al Grosseto, una annata all’Arezzo, dieci stagioni al Brescia, prima però all’inatteso crollo coi liguri: “La sconfitta ci ha fatto male a tutti quanti, soprattutto in una domenica dove c’è stata una partecipazione fantastica da parte del pubblico. Accetto le critiche, giuste e ingiuste, con grande difficoltà non faccio repliche. Guardo avanti, ora più che mai con forza, orgoglio, umiltà. Ho anticipato la scelta del nuovo direttore sportivo, era già presente domenica in tribuna a vedere la partita con la Sanremese, ha già visto in altre occasioni il Novara, mi è stato consigliato da persone che conosco e mi fido, ha ottime referenze, era libero, doveva venire al Novara a maggio, ha anticipato di qualche mese, ritengo di aver fatto la scelta migliore”. Sulla durata del contratto: “Siamo tra gentiluomini, diciamo che c’è il comune desiderio e la volontà di lavorare a lungo insieme, è bastata una stretta di mano”.

PROGETTUALITA’

“Per me è un grande onore essere qui, perché c’è un’idea di progettualità, di lavorare uniti e compatti. Una sfida bellissima, in una società giusta per raggiungere obiettivi importanti” le prime parole del nuovo ds Cordone. Al quale è stato chiesto: “Un rinnovamento anche nel settore giovanile, portare avanti dei ragazzi con una rifondazione che inizia dalle strutture, come dice la stora di questo club”. Su come ha trovato la squadra e mister Marchionni: “Pronti a reagire, convinti nei nostri mezzi, in questo momento bisogna parlare poco, lavorare come tutti hanno sempre fatto altrimento non sarebbero primi in classifica, abbassare il più possibile la tensione nello spogliatoio. Sono una persona positiva per natura, ritengo che ci siano tutte le premesse per ripartire immediatamente dalla trasferta di Casale per continuare a rimanere davanti, con intatte le nostre chance di arrivare fino in fondo per ottenere l’obiettivo che il presidente Ferranti e la tifosesia si aspettano da questo gruppo che ha grandi valori e lo saprà dimostrare”.

SFIDA SALVEZZA PER L’RG TICINO CON L’IMPERIA

Penultimo turno infrasettimanale della stagione in serie D anche per le altre due novaresi. Partita di grande importanza per l’Rg Ticino, tornato al successo a Chieri dopo cinque turni di astinenza. I verdegranata domani alle 15 ricevono l’Imperia a Romentino: i liguri (più quadrati nelle ultime settimane) non possono permettersi di perdere, ma lo stesso discorso vale per gli uomini di Massimo Costantino che hanno nel mirino la coppia Caronnese-Pont Donnaz distante tre soli punti. Tra l’altro la quota salvezza si sta alzando e anche per questo bisogna cercare di muovere il più possibile la classifica. Sulla via del recupero il difensore Rosato, il tecnico calabrese cambierà qualcosa in attacco per avere forze fresche dopo la dispendiosa sfida di Chieri.

GOZZANO IN VAL D’AOSTA COL PONT DONNAZ

Domani alle 15 il Gozzano gioca in casa del Pont Donnaz: la partita è in programma a Montjovet ed è di fondamentale importanza soprattutto per i padroni di casa che sabato a Saluzzo hanno perso un’occasione di ipotecare la salvezza subendo il pari cuneese all’ultimo minuto di recupero. I valdostani non avranno il centrocampista Mazzotti (squalificato), mentre il Gozzano dovrà rinunciare per lo stesso motivo al difensore Montesano. I rossoblù, grazie al netto 3-0, possono accontentarsi di un pari per salire a quota 40 e affrontare i tre impegni prepasquali con Casale, Fossano e Saluzzo con la giusta tranquillità. Per domani tante le incognite tattiche: Schettino potrebbe tornare al 4-3-1-2 visto per larga parte della stagione con Repossi in attacco al fianco di Sangiorgio e Cozzari alle loro spalle.

IL PROGRAMMA (30° giornata) Domani, ore 15: Casale-Novara, Vado-Borgosesia, Caronnese-Chieri, Sestri Levante-Varese, Pont Donnaz-Gozzano, Rg Ticino-Imperia, Saluzzo-Lavagnese, Bra-Ligorna; ore 15.30: Sanremese-Asti; ore 17: Derthona-Fossano.

CLASSIFICA Novara 62; Sanremese 59; Derthona, Città di Varese 47; Casale, Borgosesia 44; Chieri 41; Bra, Ligorna 40; Gozzano 39; Vado, Sestri Levante 38; Caronnese, Pont Donnaz 37; Rg Ticino 34; Asti 33; Fossano 31; Imperia 28; Lavagnese 21; Saluzzo 17.

PROSSIMO TURNO (31° giornata) domenica 3 aprile ore 15: Novara-Caronnese, Chieri-Vado, Città di Varese-Bra, Gozzano-Casale, Ligorna-Derthona, Lavagnese-Pont Donnaz, Asti-Rg Ticino, Fossano-Saluzzo, Borgosesia-Sanremese, Imperia-Sestri Levante.

CLASSIFICA MARCATORI
26 reti: Vuthaj (1 rig. Novara). 15 reti: Aperi (3 rig. Vado). 14 reti: Diallo (Derthona). 13 reti: Alfiero (3 rig., 11 Bra; 1 rig. Novara), Anastasia (3 rig. Sanremese). 12 reti: Forte (4 rig. Casale), Mesina (Sestri Levante).
11 reti: Vita (Sanremese). 10 reti: Mamah (Varese). 9 reti: Virdis (2 rig. Asti), Menabò (Fossano), Aladje (Ligorna). 8 reti: Rancati (Borgosesia), R. Esposito (2 rig. Caronnese), Cassata (Imperia), Lombardi (2 rig. Lavagnese), Valagussa (Sanremese).

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Guido Ferraro

Guido Ferraro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni