«Apriamo le palestre scolastiche per le categorie che si possono allenare»

«Apriamo le palestre scolastiche per le categorie che si possono allenare. Le Faq del ministero dello sport avevano assimilato la palestra scolastica a qualsiasi altra palestra, le federazioni però hanno dato il via libera ad alcune categorie di potersi allenare e quindi lo spazio è necessario. I ragazzi che praticano sport non sono gli untori». Dice così l’assessore allo Sport Marina Chiarelli in merito al Dpcm e alle varie Faq sulla gestione delle palestre appunto scolastiche.

 

Fino alla giornata di ieri, lunedì 26 ottobre, la Faq numero 17 imponeva la chiusura di tali strutture, nella giornata di oggi, martedì 27 ottobre, l’aggiornamento: le palestre scolastiche possono essere usate dalle società che contano categorie di interesse nazionale, purché a porte chiuse.

Ma il Comune sta facendo anche altre valutazioni: «Stiamo verificando se sia possibile trasferire tutte le società nelle strutture del Comune, senza differenza di costi, – chiude Chiarelli – vedremo se sarà possibile, sarebbe più comodo, anche per quanto riguarda la sanificazione e per evitare l’uso promiscuo degli ambienti scolastici».

 

 

Intanto, nonostante il via libera di alcune federazioni, c’è chi per precauzione tiene tutto fermo. «Alla luce dell’aumento dei contagi e della situazione epidemiologica attuale, seppur a malincuore, visti gli sforzi organizzativi fatti finora e richiesti anche ai nostri atleti, facciamo un ulteriore sforzo per contrastare la diffusione di eventuali contagi.

Scurato ritiene opportuno sospendere in toto gli allenamenti di tutte le squadre, sebbene la Fipav abbia individuato alcune possibilità di condurre attività sportiva.

La nostra società preferisce attendere che lo sviluppo della pandemia assuma contorni più rassicuranti, per poter tornare a divertirci in palestra e sui campi», ha dichiarato la novarese Pallavolo Scurato.

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: