Marano Ticino, con 900mila euro una scuola tutta nuova

Con i fondi derivati dal Pnrr, il Piano nazionale di ripresa e resilienza, la scuola di Marano Ticino subirà importanti migliorie con interventi a partire dalla prossima estate

Creare anche dietro la scuola, dove c’è un terreno disponibile, un posteggio in modo tale che i genitori possano lasciare l’auto e accompagnare fino all’ingresso i propri bambini. Sono tanti gli interventi che il Comune di Marano Ticino realizzerà alla scuola primaria Don Milani a partire dalla prossima estate. Lavori resi possibile grazie ai 900mila euro, divisi fra 700mila di interventi e 200mila di efficientamento energetico, derivati dai totali 17.5 milioni del Pnrr, il Piano nazionale di ripresa e resilienza.

«Organizzeremo i lavori a partire dalla prossima estate, a scuole chiuse, – dice il sindaco Franco Merli – poi continueremo anche dopo tenendo conto della presenza dei bambini». Cambiare i serramenti, rivedere gli intonaci che sono davvero vecchi, rifare il tetto per migliorarne l’isolamento e poi la mensa: «Ora i bambini mangiano al secondo piano in due grandi aule dove prima si svolgevano altre attività, – dice il sindaco – va bene così per ora, ma con una mensa apposita potremmo recuperare di nuovo quegli spazi per dedicare altri momenti ai bambini».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Elena Mittino

Elena Mittino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni