Oleggio Provincia

Addio all’ultimo fondatore del museo civico di Oleggio

Classe 1931, si è spento improvvisamente Umberto Nobile, uomo di cultura e di sport. Il suo nome è legato a tante realtà oleggesi

Addio all’ultimo fondatore del museo civico di Oleggio. Si è spento improvvisamente Umberto Nobile, classe 1931, molto conosciuto in città. Nobile, che è stato anche presidente della biblioteca civica Julitta, per dieci anni ha ricoperto la carica di presidente del museo civico archeologico, dopo averlo fondato insieme all’ideatore cavalier Carlo Giacomo Fanchini.

 

 

Tra i fondatori del Mini Banda a fianco del gruppo Majorettes e della Premiata Banda Filarmonica, Nobile è stato poeta dialettale, ha scritto articoli di giornale, prose e molti discorsi pronunciati anche dalla maschera del Pirin. E’ stato premiato inoltre dalla Mondadori al Myfest di Cattolica per un racconto di spionaggio poi pubblicato sul mensile “Segretissimo”; oltre a questo molte poesie, alcune tradotte in dialetto oleggese, sono inserite nei suoi libri “Manipolazioni di parole”, “Le stagioni delle parole”, “Parole di Vegliardo”. Il suo nome compare anche tra i fondatori dell’associazione storica Olegium. Umberto Nobile aveva da poco ultimato la sua ultima fatica letteraria, “Parole in dialetto e in italiano”: l’opera verrà pubblicata postuma.

Appassionato di cultura e anche di sport: Nobile è stato segretario della federazione italiana Twirling, vicepresidente di quella europea e ha dato un contributo importante alla costituzione della Federazione mondiale, a Londra nel 1978. «Caro Umberto, quando guarderò il cielo stellato sceglierò la stella più luminosa e inizierò a raccontarti di quel che succede quaggiù… e magari sfoglieremo insieme il “libro” dei nostri tanti entusiasmanti ricordi» scrive Ivana Vaccaroli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati