Terzo Polo contro la giunta Canelli: «Non ha una visione della città»

«Chi prima arriva meglio si accomoda. Un classico della saggezza popolare che potrebbe strappare un sorriso se non fosse che questa simpatica frase è stata testualmente estratta dall’intervento del sindaco Canelli a margine di un convegno sulla logistica in risposta alle lamentele degli industriali sull’uso del suolo». Il Terzo Polo va all’attacco della giunta novarese. E lo fa in una nota diramata dopo il convegno di venerdì sul tema della logistica tra Novara e Vercelli.

«A nostro avviso la “boutade” del primo cittadino ci restituisce l’idea di sviluppo urbano che ha questa giunta novarese – prosegue il comunicato di Novara In Azione -. “Chi primo arriva… ognuno faccia quel che vuole”. Speriamo allora che il prossimo che arrivi per alloggiare meglio non faccia stoccaggio di rifiuti tossici magari all’interno della città. L’abbiamo sospettato per anni, al di là della propaganda e delle dirette Facebook, oggi ne prendiamo atto formalmente: il sindaco e questa giunta non hanno una visione della città e si affidano al caso. Strade dissestate, cestini della spazzatura quasi ovunque stracolmi, città sporca, aree abbondate da anni (per es. ex centro sociale), supermercati e capannoni a macchia di leopardo, per non parlare della situazione ponti. Non c’è governo del territorio, non c’è pianificazione, non c’è strategia e non c’è competenza (di qualche giorno fa la notizia di 700 mila euro di finanziamento ministeriale persi per l’efficientamento energetico delle scuole). Novara merita di più, forse meno gentilezza e più competenza».

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2024 La Voce di Novara - Riproduzione Riservata
Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni

Terzo Polo contro la giunta Canelli: «Non ha una visione della città»