In corso lo spoglio delle schede per il Referendum. Comunali martedì mattina
21 settembre 15:00
Referendum, Provincia di Novara definitivo: SI 97.730 voti (69,68%); NO 42.532 voti (30,32%)
21 settembre 18:44
Referendum, affluenza definitiva: Italia 53,84%, Piemonte 51,55%, Provincia 50,48%, Novara città 47,28%
21 settembre 18:39
Referendum, NOVARA definitivo: SI 67,61%; NO 32,39%
21 settembre 17:55
Referendum, a Trecate (definitivo): SI 74,65%; NO 25,35%
21 settembre 17:28
Referendum, a Galliate (definitivo): SI 73,17%; NO 26,83%
21 settembre 17:22
Referendum, a Cameri (definitivo): SI 74,31%; NO 25,69%
21 settembre 17:09
Referendum, a metà seggi scrutinati dato si stabilizza: in Italia SI 68,95%; NO 31,05%
21 settembre 17:00
Referendum, a Borgomanero (definitivo): SI 67,53%; NO 32,47%
21 settembre 16:58
Provincia di Novara, Referendum (74 / 346 sez. escluso capoluogo): Sì 69,55%; NO 30,45%
21 settembre 16:55
Novara, Referendum 88 su 91 sezioni: SI 67,91%, NO 32,09%
21 settembre 16:53
Referendum, in Piemonte (1.460 / 4.814 sez.): SI 67,72%, NO 32,28%
21 settembre 16:32
Comunali, affluenze definitive: Arona 59,71%, Invorio 67,20%, Garbagna 70,62%, Bogogno 69,96%, Vaprio 71,51%, Vinzaglio 74,74%
21 settembre 16:09
Referendum, affluenza definitiva Provincia di Novara 50,48%, nel capoluogo 47,27%
21 settembre 16:05


Politica Vinzaglio

Lista neonazista a Vinzaglio, il Tar ha detto no

Dopo essere stata ricusata dalla Commissione elettorale, oggi è arrivato il giudizio anche dal tribunale amministrativo

Lista neonazista a Vinzaglio, il Tar ha detto no. Questo il giudizio pronunciato nel pomeriggio di oggi, lunedì 31 agosto, dai magistrati amministrativi di Torino sul ricorso presentato dai sostenitori della lista Movimento nazionalista e socialista dei lavoratori, il “partito” che aveva depositato simbolo e candidati per partecipare alle elezioni amministrative nel Comune di Vinzaglio del 20 e 21 settembre prossimi. La lista, che presentava alla carica di sindaco il leader del movimento Pierluigi Pagliughi, non è nuova a questi tentativi di “infiltrazione”, al di qua e al di là del Ticino. L’escamotage è sempre lo stesso: presentarsi nei comuni piccoli, dove non è necessaria la presentazione delle firme degli elettori.

Inizialmente ricusata dalla Commissione elettorale circondariale presso la Prefettura di Novara dopo che si era registrata anche una netta presa di posizione da parte dell’Anpi, la lista è stata ora respinta anche dal Tar piemontese, che ha giudicato il ricorso «improcedibile per questioni formali di tempistiche e di strumenti informatici di trasmissione degli atti», senza aggiungere ulteriori particolari. Ma sulla vicenda non è stata ancora scritta la parola fine, visto che i sostenitori potrebbero ricorrere in ultima battuta al Consiglio di Stato a Roma.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati