Insegnanti a domicilio, Allegra: «Sì ma con un preventivo piano di lavoro»

Insegnanti a domicilio, Allegra: «Sì ma con un preventivo piano di lavoro». Nella giornata di giovedì 5 marzo il sindaco di Novara, Alessandro Canelli, ha detto in diretta che avrebbe messo a disposizione degli studenti disabili insegnanti di sostegno a domicilio».

Una proposta subito apprezzata in diversi ambiti, ma che secondo Milù Allegra, esponente del Pd in consiglio comunale e, lei stessa, insegnante, meriterebbe alcuni riflessioni: «Il sindaco Canelli parla di insegnanti di sostegno spiega – ma forse intendeva educatori ed educatrici che si occupano dei bambini e bambine disabili. Buona intuizione, quella di mandare gli educatori a domicilo, peccato che prima di uscire con questo annuncio, si sarebbe dovuto fare un piano di fattibilità con la cooperativa che gestisce il servizio e con le rappresentanze dei lavoratori e delle lavoratrici».

 

[the_ad id=”62649″]

 

Allegra pone alcune domande: «Quali garanzie di sicurezza igienico sanitaria vengono garantite sia per gli utenti che per il personale educativo? Per quante ore il personale dovrebbe andare a domicilio? Chi organizza il servizio? Capisco l’emergenza ma prima di uscire con alcuni annunci, creando aspettative, bisognerebbe fare i passaggi dovuti e corretti».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Cecilia Colli

Cecilia Colli

Novarese, giornalista professionista, ha lavorato per settimanali e tv. A La Voce di Novara ha il ruolo di caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni