Mezzomerico, l’ex albo pretorio diventa un portico dove lasciare e/o prendere libri

Prima la pompa che forniva l’acqua potabile a tutta la comunità, poi l’albo pretorio. Ora è il “Portico del libro”: si trova in paese, è un piccolo gioiellino, come lo definisce il sindaco Pietro Mattachini: uno spazio, vicino al Comune, dove le persone possono prendere e/o lasciare un libro da leggere.

«Quello spazio nel 1948 è diventato l’acquedotto comunale, poi è diventato albo pretorio, dove erano esposti tutti gli atti; adesso che questo servizio è online Lucia e Lisa, due cittadine di Mezzomerico, insieme a Luca, Giuseppe, Beatrice, Mauro e Giusi e l’assessore Cristina Mattachini, hanno avuto questa idea in collaborazione anche con la biblioteca».

Un «valore aggiunto per il nostro Comune» ha aggiunto il sindaco. I libri possono essere presi quando si vuole e allo stesso modo possono essere lasciati per poterli offrire alla comunità. Sulla facciata del portico è stato realizzato anche un dipinto che ritrae un gattino.

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: