È strana la Destra italiana, lo si capisce soprattutto da come commenta il discorso di fine Anno del Presidente della Repubblica.

Se il Presidente si addentra  nel discorso troppo nell’attualità politica, nelle questioni del Governo, delle politiche che vuole attuare allora è un Presidente di parte, che esce dal suo ruolo e in cui non si possono riconoscere tutti.

Se il Presidente sceglie di volare alto, di non sfiorare le questioni divisive allora è retorico, astratto, formale, vuoto.

Se è troppo concreto sbaglia e dovrebbe soffermarsi su valori generali invece: Pace, solidarietà, civismo, altruismo.

Se è troppo sui valori sbaglia, sono cose scontate, dovrebbe condannare questa o quella politica, soprattutto darci le Elezioni che per alcuni sembrerebbero le uniche cose di cui gli italiani sentono la mancanza.

Se il Presidente si presenta con dietro il Presepe e parla dell’identità italiana non va bene ma se non parlasse dell’identità italiana cosa ne direbbero.

Se il Presidente saluta il Papa non va bene eppure è gente che va in giro con Il mano il Rosario.

Insomma il Presidente della Repubblica il discorso se lo dovrebbe far scrivere da loro ma, forse, non piacerebbe così neanche a loro.

A me il discorso del Presidente è piaciuto: ottimista ma puntando tutto sulla nostra responsabilità di cittadini qualunque cosa poi si voti quando verrà il momento di votare perché comunque della responsabilità non potremo fare a meno.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Pier Luigi Tolardo

Pier Luigi Tolardo

54 anni, novarese da sempre, passioni: politica, scrittura. Blogger dal 2001.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni