Se Enrico Letta accettasse di fare il Segretario del Pd sembrerebbe una vendetta rispetto a Renzi, sembrerebbe due bei cazzotti politici a Renzi.

Per questo mi sa che Enrico non lo vuole fare, non solo perché ora fa un altro mestiere, un mestiere che gli piace in mezzo ai giovani, un mestiere che così costruisce il futuro , sul serio, concretamente.

Perché Enrico non ha una concezione gladiatoria della politica , è il ragazzo serio di sempre , anche se oggi è un padre di famiglia, l’uomo coerente che ha votato Si al Referendum di Renzi del 2016, nonostante tutto, un uomo mite che non conosce vendette e ritorsioni .

Per questa sua mitezza non piace ai molti che vorrebbero per Segretario Classius Clay redidivo.

Di quella ultima leva Dc Enrico Letta era il migliore, era normale che un uomo politico così competente, chiedere a Draghi se non la pensa così , diventasse Premier , forse non tanto normale che uscisse così presto di scena.

Ora non so cosa augurargli: se rimanere a Parigi, se tornare alla guida del Pd, so solo che in lui risuonano le parole dell’ultimo Martinazzoli: ciò che ci sta a cuore non sono le nostre convenienze ma la vita degli italiani.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Pier Luigi Tolardo

Pier Luigi Tolardo

54 anni, novarese da sempre, passioni: politica, scrittura. Blogger dal 2001.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni