Più soldi per avere scuole paritarie gratuite: l’appello al Governo anche delle materne galliatesi

Scuole paritarie gratuite e con parità scolastica: Fism, la Federazione italiana scuole materne promuove la petizione e le materne di Galliate, ex Orsoline e Salesiane, rispondono “presente”. La mobilitazione di nidi e materne paritarie no profit è in realtà partita lo scorso 19 aprile: è stato chiesto al Governo di aumentare i contributi destinati alle scuole paritarie per raggiungere un ambizioso ma significativo obiettivo: gratuità e parità scolastica.

Da Sabato 8 maggio e per tutto il mese sul piazzale antistante la chiesa di San Antonio, in piazza per il mercato del venerdì e alla domenica mattina, il presidente Giorgio Panigone, la segretaria amministrativa Giovanna Porro e diversi genitori, chiedono, insieme ai bambini che sono sempre presenti animando i banchetti, di firmare l’appello “Prima i bambini” per così dare maggiore forza alle voci, inascoltate, dei protagonisti del mondo delle scuole paritarie. Un appello condiviso anche dal vescovo Franco Giulio Brambilla, che ha fatto visita proprio a Galliate: «Il vescovo ha voluto prontamente aggiungere la sua autorevole firma alle quasi 600 già raccolte a Galliate, – ha dichiarato il presidente Giorgio Panigone- inoltre, sua eccellenza, si è trattenuto lungamente al banchetto, insieme al nostro parroco don Ernesto Bozzini, alle famiglie e ai bambini, rispondendo alle loro domande e curiosità».

Le scuole chiedono il sostegno dell’intera comunità: «Chiediamo alla comunità di venire a sostenere, con una firma, la nostra scuola- ha continuato il presidente- dalla quale molti concittadini sono passati da bambini e nelle cui stanze hanno visto crescere i loro figli e nipoti. Non sappiamo quanto potremo ottenere con questa petizione, certamente vogliamo mostrare che ci siamo e che per noi, i bambini, vengono sempre e comunque prima di tutto».

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: